Martedì, 20 Aprile 2021
Venezia

Animali imbalsamati in vetrina, è polemica: "Spettacolo diseducativo"

Alcuni cittadini hanno segnalato, nelle vetrine di un negozio nei pressi di campo Santa Maria del Giglio, l'esposizione di animali imbalsamati: una testa di maiale, due ermellini impiccati, un riccio su una sorta di carrellino

Foto VeneziaToday

A Venezia alcuni cittadini hanno segnalato, nelle vetrine di un negozio nei pressi di campo Santa Maria del Giglio, l'esposizione di animali imbalsamati: una testa di maiale, due ermellini impiccati, un riccio su una sorta di carrellino. 

Il Gruppo vegan Venezia spiega che si tratta di una mostra dal titolo "Inanimus - un bestiario contemporaneo", definita "tassidermia artistica": un'iniziativa nata con l'intento di "svelare al pubblico nuove dimensioni dell’arte".

Gli animalisti non gradiscono: "Riteniamo che questa funerea esposizione di corpi ridicolizzati neghi ogni dignità agli animali, li offenda e non educhi al necessario rispetto per loro, creando anzi, orrore e/o compassionevole sofferenza. Sofferenza non certo mitigata dal leggere che 'gli animali sono morti per cause naturali'. Crediamo che l'intento sia, ancora una volta, quello di stupire e spettacolarizzare (e far profitti) e non quello di denunciare le violenze e le sopraffazioni nei loro confronti"

"Tanto più - aggiungono - che nella presentazione si scrive, a proposito di questa nuova forma di tassidermia, di 'bisogno di cambiamento per esseri umani felici'. È questo il nuovo che avanza a Venezia?"

"Preferivamo la serenità che dava il vecchio negozio di artigianali e artistici paralumi e altri oggetti raffinati, patrimonio di eleganza e umanità, gestito per decenni da due gentili sorelle, costrette a chiudere non solo per l'età".

La notizia su VeneziaToday

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali imbalsamati in vetrina, è polemica: "Spettacolo diseducativo"

Today è in caricamento