Martedì, 13 Aprile 2021
Napoli

Annamaria Mantile: la professoressa morta quattro giorni dopo il vaccino

È stata aperta un'inchiesta dopo la denuncia dei familiari. Al momento non è stata provata alcuna correlazione tra la morte della donna e il farmaco anti covid

Annamaria Mantile aveva 62 anni

Annamaria Mantile aveva 62 anni. Insegnante di inglese all'istituto comprensivo Cesare Pavese di Napoli, è morta quattro giorni dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino anti covid. I familiari della docente hanno presentato una denuncia ai carabinieri. È stata aperta un'inchiesta per fare chiarezza sulle cause del decesso e i militari hanno disposto il sequestro della salma e l'autopsia sul corpo della donna. Al momento non è stata provata alcuna correlazione tra la morte della donna e il vaccino.

Annamaria Mantile: la professoressa morta a Napoli quattro giorni dopo il vaccino

Sabato scorso Annamaria Mantile si era recata alla Mostra d'Oltremare per la prima dose di vaccino anti covid. Tutto sembrava procedere per il meglio, ma il giorno successivo, la domenica, ha iniziato ad avvertire un malessere generalizzato e alcuni problemi respiratori. La donna ha contattato il suo medico, ma le sue condizioni fisiche sono via via peggiorate e per la 62enne residente nel quartiere Vomero non c'è stato nulla da fare.

Secondo le prime informazioni, Annamaria Mantile è morta per un arresto cardiocircolatorio quattro giorni dopo il vaccino. Al momento, come detto, non è stabilito alcun nesso di causalità tra l'inoculazione del vaccino e il decesso della 62enne: saranno le indagini a fare chiarezza su quanto avvenuto. Tanti i messaggi di cordoglio per ricordare la professoressa da parte dei suoi studenti.

Aggiornamento - Annamaria Mantile, la prof non è morta per il vaccino: ecco i risultati dell'autopsia

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annamaria Mantile: la professoressa morta quattro giorni dopo il vaccino

Today è in caricamento