rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Città Salerno

Anziana uccisa in casa con una mazza di ferro: confessa l'ex badante

Un 41enne è stato fermato per l'omicidio di Maria Grazia Martino e il ferimento della sorella Adele. L'uomo si sarebbe introdotto nell'abitazione scavalcando un muro per rubare 3.400 euro

Avrebbe ucciso la 91enne Maria Grazia Martino e ferito la sorella Adele, di 87 anni, mentre tentava di rubare una somma di denaro nella loro abitazione in via San Leonardo, a Salerno. Avrebbe confessato il 41enne, ex badante delle due anziane, sottoposto a fermo nelle scorse ore dagli agenti della Squadra mobile di Salerno. Il risultato delle indagini è stato illustrato oggi in conferenza stampa dal procuratore di Salerno, Giuseppe Borrelli. L'uomo si sarebbe introdotto nell'abitazione scavalcando un muro per rubare 3.400 euro, somma incassata dalle due anziane per il fitto di alcuni immobili di loro proprietà. Le due sorelle lo hanno scoperto e avrebbero tentato di scappare, ma sono state colpite con una mazza di ferro. I colpi sono risultati fatali per la 91enne, mentre l'87enne è rimasta ferita ed è ancora ricoverata in ospedale. 

Le indagini sono scattate domenica 10 luglio, quando i poliziotti, allertati da una nipote delle donne che non riusciva a mettersi in contatto con loro, sono entrati in casa e hanno trovato l'appartamento a soqquadro, il corpo senza vita di Maria Grazia Martino e la sorella Adele gravemente ferita. I fatti sarebbero avvenuti nel pomeriggio precedente all'ingresso della Polizia nell'appartamento.Dalle indagini, è emerso che dentro casa c'era una rilevante somma di denaro, ovvero 380mila euro in contanti nella stanza del fratello. Il 41enne però si sarebbe appropriato solo dei canoni di locazione che le due vittime avevano in loro possesso. L'uomo è stato fermato con l'accusa di rapina impropria, omicidio e tentato omicidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana uccisa in casa con una mazza di ferro: confessa l'ex badante

Today è in caricamento