Domenica, 9 Maggio 2021
Il "ricercato" ha un nome / Ancona

Bocconi di carne con viti e chiodi: l'assurdo passatempo di un 80enne

Lasciava in terra piccoli fazzoletti bianchi, ma erano trappole per uccidere i cani tra atroci sofferenze: ora però sono guai per l'uomo che dovrà risponderne davanti all'autorità giudiziaria

Cane ucciso con polpette avvelenate - FOTO ANSA

Era diventato un vero caso perché da tempo, soprattutto sui social network, si inseguivano denunce e segnalazioni di bocconcini di carne ripieni di chiodi o viti per fare del male ai cani a spasso nei parchi. Alla fine pare che si sia arrivati ad individuare il responsabile. Infatti ad Ancona, grazie all’intervento di un carabiniere fuori servizio, è stato denunciato un 80enne.

Ancona, anziano gettava a terra polpette con i chiodi

Come riporta anche AnconaToday, è stato colto sul fatto un uomo di 80 anni mentre camminava per strada e lasciava a terra dei piccoli fazzoletti bianchi. Un’attività insolita, che non è passata inosservata agli occhi di una residente intenta a sistemare la camera di casa e che ha assistito a tutta la scena, dando poi l’allarme al compagno carabiniere. "Stavo sistemando la camera di mio figlio - racconta la donna - quando ho visto dalla finestra della cameretta un anziano signore che camminava in strada e, nel frattempo, trafficava con dei fazzoletti di carta buttandone alcuni sul marciapiede. Quegli strani gesti mi hanno insospettito. Così ho allertato subito il mio compagno al piano di sotto”. A quel punto il carabiniere è sceso e ha scoperto come quei fazzoletti contenessero le trappole per gli animali. Ha fermato l'anziano e gli ha chiesto le generalità. Ora il caso è passato in mano ai vigili che hanno provveduto a denunciare l'80enne dorico. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocconi di carne con viti e chiodi: l'assurdo passatempo di un 80enne

Today è in caricamento