Sabato, 18 Settembre 2021
CRONACA / Ravenna

Ravenna, undici morti sospette in ospedale: arrestata un'infermiera

La donna finita in manette era già indagata per omicidio volontario per la morte, in circostanze poco chiare, di un'anziana all'ospedale di Lugo. Le indagini mostrerebbero il suo coinvolgimento in altri dieci decessi

RAVENNA - Potrebbe averlo fatto più di una volta. Con lo stesso modus operandi. I carabinieri di Ravenna hanno arrestato un'infermiera di quarantadue anni per alcune morti sospette all'ospedale di Lugo. 

La donna è la stessa che risulta indagata con l'accusa di omicidio volontario per la morte di Rosa Calderoni, l'anziana settantottenne deceduta l'otto aprile scorso, per alcune complicanze cardiache. L'anziana, secondo i precedenti accertamenti, era stata ricoverata nelle struttura per una patologia non grave ma poi morì in circostanze non chiare.

Le perizie degli esperti dalla procura, depositate nei giorni scorsi, hanno consigliato un approfondimento - tramite analisi statistica - per altri dieci casi di pazienti deceduti. Da lì, l'arresto per l'infermiera e le nuove accuse.

L'inchiesta punta a chiarire trentotto decessi sospetti avvenuti nell'ospedale della bassa Romagna dall'inizio dell'anno. Nei primi giorni di giugno il direttore generale dell'Ausl della Romagna, Andrea Des Dorides, aveva annunciato l'apertura di "due procedimenti disciplinari interni, uno sulle foto e uno sui furti, non sulle responsabilità individuali, bensì sulle procedure. Ma questo - aveva aggiunto - è nulla rispetto all'orribile ipotesi di omicidio in questione". (da RavennaToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna, undici morti sospette in ospedale: arrestata un'infermiera

Today è in caricamento