Sabato, 15 Maggio 2021
REGIONE LOMBARDIA / Milano

"50 euro per un voto": arrestato assessore Regione Lombardia Domenico Zambetti

Domenico Zambetti, assessore regionale alla Casa della giunta Formigoni, avrebbe pagato 200mila euro alla 'ndrangheta per acquistare un pacchetto di 4000 preferenze. E' il quinto assessore delle giunte Formigoni a essere arrestato

MILANO - L'assessore alla Casa della Regione Lombardia, Domenico Zambetti, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri con l'accusa di aver comprato un pacchetto di preferenze per la sua elezione nelle Regionali 2010 da due esponenti della 'ndrangheta. L'arresto è stato chiesto dal pm della Dda Giuseppe D'Amico ed è stato disposto dal gip Alessandro Santangelo. Nei confronti dell'assessore lombardo è stato ipotizzato anche il reato di concorso esterno in associazione mafiosa.

Secondo l'accusa, l'assessore del Pdl avrebbe "pagato 200mila euro alla 'ndrangheta per 4.000 voti, decisivi per l'elezione". Zambetti era stato eletto con 11.217 voti di preferenza e venne nominato assessore alla Casa al Pirellone. Secondo quanto riferito dall'Ansa, alla base dell'accusa a carico dell'assessore vi sarebbero intercettazioni telefoniche che documentano le fasi del pagamento.

Tra gli arrestati dell'operazione che ha portato in carcere l'assessore regionale Zambetti, c'è anche Ambrogio Crespi, fratello dell'ex sondaggista Luigi Crespi. Complessivamente, nell'ambito dell'inchiesta, sono finite in carcere una ventina di persone. Era Crespi, secondo l'accusa, a "rastrellare" i voti nei quartieri periferici di Milano.

Sul sito del Pirellone campeggia ancora il suo patto con i cittadini. "Nel corso del mio incarico cercheremo di dare un forte impulso al settore dell'edilizia residenziale pubblica, attraverso opere di recupero e di valorizzazione dei quartieri per garantire a tutti una buona qualità di vita in una casa dignitosa".

13 INDAGATI AL PIRELLONE DAL 2010 - Con l'arresto di Domenico Zambetti, sale a 13 il numero di esponenti politici - fra Giunta e Consiglio - indagati dal 2010, inizio della legislatura al Pirellone. Proprio l'altro ieri, è stato condannato in primo grado a due anni e mezzo per falso e truffa il consigliere del Pdl Gianluca Rinaldin mentre la scorsa settimana è stato chiesto il rinvio a giudizio per varie ipotesi di reato, fra cui corruzione, per l'ex vice presidente dell'Aula, Filippo Penati, ex Pd.

L’arresto segna il caso di maggior infiltrazione della ‘ndrangheta nella politica sinora svelato al Nord Italia dalle indagini. Zambetti è il quinto assessore delle varie giunte di Formigoni a essere arrestato, dopo Guido Bombarda (Formazione professionale), Piergianni Prosperini (Turismo), Franco Nicoli Cristiani (Ambiente, Commercio) e Massimo Ponzoni (Protezione civile, Ambiente). (da MilanoToday)
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"50 euro per un voto": arrestato assessore Regione Lombardia Domenico Zambetti

Today è in caricamento