Mercoledì, 4 Agosto 2021
Città Milano

Picchia la moglie e poi la insegue con l'ascia: arrestato

La donna si è lanciata dal balcone di casa per salvarsi. Folle aggressione venerdì sera alla periferia di Baranzate, nel Milanese, dove un uomo di quarantaquattro anni - un cittadeno romeno già noto alla giustizia - è stato arrestato dai carabinieri

Pensava che sua moglie avesse un altro uomo. Così, dopo essere tornato a casa completamente ubriaco, ha deciso di fargliela pagare. L’ha colpita con schiaffi e pugni al volto, poi ha impugnato un’ascia e l’ha inseguita fino a quando lei, ormai in trappola, ha deciso di lanciarsi dal balcone di casa. 

E' successo alla periferia di Baranzate, nel Milanese, dove un uomo di quarantaquattro anni - un cittadeno romeno già noto alla giustizia - è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie, una connazionale di cinquantasette anni. 

L'uomo, 44 anni, stando a quanto ricostruito dagli stessi militari, ha picchiato la sua compagna, "colpevole" - secondo lui - di avere l’amante. Non contento dei colpi al volto, l’uomo ha preso un’ascia e ha seguito la vittima fino al balcone di casa - al primo piano -, costringendo la donna a lanciarsi nel vuoto per mettersi in salvo. 

In quel momento sul posto sono arrivati i carabinieri, che hanno soccorso la donna e arrestato l’uomo, per cui si sono subito aperte le porte del carcere. La donna, 57 anni, è finita all’ospedale Sacco di Milano, dove si trova tuttora ricoverata per diverse contusioni e due fratture al polso e allo zigomo. 

La notizia su MilanoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie e poi la insegue con l'ascia: arrestato

Today è in caricamento