Lunedì, 1 Marzo 2021
Torino

"La mascherina non si indossa così, favorisca i documenti": poi il finto carabiniere tenta la rapina, finisce male

Un giovane di 30 anni ha provato a rubare il portafogli a un pensionato di Caprie, in bassa Valsusa. Ma l'anziano ha reagito e dopo una zuffa il malvivente si è dato alla fuga (per poco)

Scene di ordinaria microcriminalità a Caprie, in bassa Valsusa. Un giovane di 30 anni si finge carabiniere che esegue controlli anti-Covid e rapina un pensionato. Ci hanno pensato poi i carabinieri, quelli veri, ad arrestarlo.

Caprie: arrestato per tentata rapina

E' stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 30enne di origini rumene, con precedenti di polizia, per tentata rapina. I fatti: l’uomo, ieri pomeriggio ha fermato per strada un 70enne pensionato che stava facendo una passeggiata nel centro di Caprie. Ha detto di essere un carabiniere in borghese in servizio per eseguire controlli straordinari sul rispetto della normativa volta a contrastare la diffusione del nuovo coronavirus.

Secondo quanto poi ricostruito dai carabinieri veri, il finto carabiniere ha contestato alla vittima l’uso scorretto della mascherina e non appena l’anziano ha preso il portafoglio per consegnargli i documenti l’ha aggredito per strappargli dalle mani il portafogli e il telefono cellulare. Il pensionato non si è lasciato sorprendere, e ha reagito. Una rapida zuffa poi il 30enne si è dato alla fuga di corsa. 

A quel punto i carabinieri della Compagnia di Susa, chiamati da alcuni passanti, si sono messi sulle sue tracce e poco dopo l'hanno fermato, non lontano.

La donna che rifiuta di mettere la mascherina e aggredisce i vigili 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La mascherina non si indossa così, favorisca i documenti": poi il finto carabiniere tenta la rapina, finisce male

Today è in caricamento