rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
CRONACA / Caserta

Camorra, preso l'ultimo figlio di Sandokan

Carmine Schiavone, figlio di Francesco, è ritenuto il reggente del clan dei Casalesi. "Siete stati bravi", ha detto ai carabinieri che lo hanno arrestato

CASAL DI PRINCIPE (CASERTA) - "Siete stati bravi", ha detto ai militari dell'Arma quando è stato catturato al termine di un inseguimento.

Carmine Schiavone, l'ultimo figlio ancora in libertà del boss dei Casalesi Francesco, detto "Sandokan" (preso nel 1998), è stato arrestato questa mattina dai carabinieri di Casal di Principe, nel casertano.

Carmine Schiavone, soprannominato "Carminotto o Staffone", si trovava in un locale notturno di Aversa (Caserta) quando è scattato il blitz, in compagnia di altre due persone e del titolare del locale.

GUARDA IL VIDEO DELL'ARRESTO

Il figlio di Sandokan è ritenuto il reggente del clan dei Casalesi. E' accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Salì all'onore delle cronache quando, durante un processo di camorra, fotografò a uno a uno i giurati.

I DETTAGLI DELL'ARRESTO - Aveva in tasca ottomila euro e non era armato Schiavone, quando è stato bloccato dai carabinieri della compagnia di Casal di Principe dopo un inseguimento lungo le vie del centro di Aversa durato circa mezz'ora. "Non ce l'ho con polizia e carabinieri ma voi siete stati bravi", ha detto ai militari che gli hanno precluso ogni via di fuga. Nel locale, dove si trovava  prima dell'inseguimento, era in compagnia di tre persone: due personaggi già noti alle forze dell'ordine e il titolare del locale notturno. Carmine Schiavone si è accorto della presenza dei carabinieri e ha chiesto alle tre persone che erano con lui di allontanarsi per confondere i militari. Poi si è dileguato attraverso una porta d'uscita del retro. I carabinieri, guidati dal tenente Michele Centola, si sono accorti del diversivo e l'hanno seguito. Nel frattempo, all'esterno del locale, una trentina di loro colleghi si sono disposti in maniera da precludere a Schiavone ogni via di fuga. I carabinieri non escludono che all'interno del locale si stesse tenendo un summit oppure che l'incontro fosse stato organizzato per la consegna della somma di denaro che "Carminotto o Staffone" aveva addosso. (da NapoliToday)

CONFISCATI BENI PER 2 MILIONI DI EURO A LATINA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, preso l'ultimo figlio di Sandokan

Today è in caricamento