rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Città Agrigento

Mafia, maxi blitz nell'Agrigentino: 56 arresti, in manette anche un sindaco

Gli inquirenti hanno documentato stretti collegamenti con i vertici delle cosche di quasi tutta la Sicilia e con le 'ndrine calabresi. L'inchiesta è la più imponente mai messa a segno nel territorio. Al blitz hanno partecipato 400 militari

Maxioperazione dei carabinieri di Agrigento nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle famiglie mafiose di Cosa Nostra agrigentina: il bilancio è di 56 arresti, tra cui il sindaco di San Biagio Platani, Santino Sabella, in manette per concorso esterno in associazione mafiosa.

L'operazione, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo e chiamata "Operazione Montagna", ha di fatto disarticolato i mandamenti di Santa Elisabetta e Sciacca, colpendo 16 famiglie mafiose della provincia.

Gli inquirenti hanno documentato stretti collegamenti con i vertici delle cosche di quasi tutta la Sicilia e con le 'ndrine calabresi. Accertate anche estorsioni ai danni di 27 aziende ed un fiorente traffico di droga. Sono state sequestrate 7 società ed effettuate decine di perquisizioni.

Boss si pente e fa arrestare il figlio dell'autista di Riina: "E' lui il nuovo capo"

Al blitz hanno partecipato 400 militari, supportati da un elicottero, dallo Squadrone Eliportato Cacciatori Sicilia e da unità cinofile.

La vasta operazione antimafia ha toccato i vertici dei mandamenti di Cosa Nostra: dalla città dei Templi a Sciacca da un lato, e zona montana dall'altro lato, ma anche uomini d'onore delle province di Caltanissetta, Palermo, Enna, Ragusa e Catania. L'inchiesta è la più imponente mai messa a segno nel territorio, scrive AgrigentoNotizie.

Gli aggiornamenti su AgrigentoNotizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, maxi blitz nell'Agrigentino: 56 arresti, in manette anche un sindaco

Today è in caricamento