rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Città Genova

Ucciso nella cantina di un palazzo: arrestati l'ex moglie e il compagno

Svolta nell'inchiesta sull'omicidio di Antonio Olivieri a Sestri Levante

Lo scorso 23 novembre Antonio Olivieri, imbianchino di 50 anni, venne trovato morto a Sestri Levante (Genova) con la testa fracassata, ucciso nella cantina del suo palazzo. C'è una svolta nelle indagini: gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato nella notte Gesonita Barbosa, ex moglie dell’uomo, e il suo nuovo compagno, il 45enne di Cogorno Paolo Ginocchio.

L’arresto - riporta GenovaToday - è stato disposto dal pubblico ministero Pier Carlo Di Gennaro, che accusa la coppia di omicidio volontario aggravato da futili motivi: stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, mandante dell’omicidio sarebbe stata la Barbosa, mentre a uccidere materialmente Olivieri colpendolo alla testa con un oggetto pesante e strangolandolo con alcune fascette da elettricista sarebbe stato Ginocchio.

I motivi dell’omicidio sarebbero sia economici sia personali, scrive GenovaToday: la Barbosa e Olivieri stavano affrontando una difficile e tormentata separazione. A convincere gli inquirenti della loro responsabilità sarebbero state alcune intercettazioni telefoniche risalenti al pomeriggio del 24 novembre, e un sms in cui Ginocchio chiedeva alla donna di cancellare le comunicazioni tra loro registrate sul cellulare.

I due sono stati arrestati nella notte, e si trovano entrambi in carcere.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso nella cantina di un palazzo: arrestati l'ex moglie e il compagno

Today è in caricamento