rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
NAPOLI

A Napoli è 'guerra' per le piazze dello spaccio: 14 arresti

I fermati, due dei quali sono minorenni, appartengono al gruppo camorristico dei "Vanella-Grassi". A Napoli, negli ultimi mesi, è ripresa la guerra per la droga tra Scampia e Secondigliano

NAPOLI - Ci sono i cosiddetti "Girati" della Vanella-Grassi, giovani boss desiderosi di guadagnare terreno sulla piazza della droga più grande d'Europa, e ci sono gli "Scissionisti". L'obiettivo, per entrambi, è quello di riconquistare Scampia.

Dopo gli agguati e gli omicidi degli ultimi mesi (facile pensare a una nuova faida legata allo spaccio), nella notte i carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno dato esecuzione a due decreti di fermo emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia e dalla Procura per i Minori di Napoli.

Quattordici gli arrestati, due dei quali minorenni, tutti legati al gruppo criminale dei "Vanella Grassi" e ritenuti parte del braccio armato del clan. Ai fermati sono contestati il porto e la detenzione illegale di armi, aggravati dal metodo mafioso.

Durante l'esecuzione degli arresti sono state sequestrate anche quattro pistole e oltre 20 chilogrammi di hashish. Le pistole erano state nascoste nel vano motore dell'ascensore di un palazzo del lotto G a Scampia. La droga, invece, è stata lanciata da una finestra e recuperata dai militari in strada. L'hashish, suddiviso in panetti da mezzo chilo, era stato sistemato in un canestro di vimini. Nell'ambito del gruppo i due minorenni venivano utilizzati per nascondere e trasportare le armi che venivano consegnate quando ricevevano richiesta.

"L'attività di contrasto delle forze di polizia alla recrudescenza dei fatti di sangue che hanno interessato Scampia e Secondigliano prosegue ininterrottamente", sottolinea un comunicato. (da NapoliToday)
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Napoli è 'guerra' per le piazze dello spaccio: 14 arresti

Today è in caricamento