Giovedì, 15 Aprile 2021
Palermo

Arrestato il fratello di Pietro Grasso: è accusato di violenza sessuale

L'uomo si trova in carcere dopo l'ordinanza della misura di custodia cautelare del giudice. Ma lui si difende, rigetta ogni accusa e ha risposto a tutte le domande in sede di convalida

Foto di repertorio

Avrebbe abusato di una paziente durante una seduta di psicanalisi. E’ questa l’accusa con cui la polizia si è presentata a casa sua per arrestarlo. A finire in carcere, a seguito di una misura di custodia cautelare richiesta dal pm e convalidata dal Gip, è il noto neuropsichiatra Marcello Grasso, fratello dell’ex presidente del Senato ed ex procuratore antimafia Pietro Grasso.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il professionista avrebbe abusato di una sua paziente durante una seduta di psicanalisi, nella quale lei avrebbe anche indossato un costume da burlesque. Come riporta anche PalermoToday, Grasso, noto anche per l’uso del teatro come metodo terapeutico in ambito psichiatrico, è stato raggiunto dall’ordinanza di custodia cautelare lo scorso 30 marzo. L’impianto accusatorio si basa sulla denuncia sporta proprio dalla vittima, che ha raccontato alla polizia le presunte violenze sessuali del 70enne.

Tutte accuse che dovranno trovare conferma in sede pensale perché l’accusa di violenza sessuale viene respinta dall'avvocato Vincenzo Lo Re, che difende Grasso. L'avvocato ha spiegato come il suo assistito non si sia trincerato dietro la facoltà di non rispondere. Ha invece risposto alle domande del giudice, senza screditare la sua paziente, ma anzi, avrebbe fornito tutte le logiche argomentazioni che possano spiegare come siano andate davvero le cose. Tuttavia il giudice ha convalidato l'arresto e confermato la misura cautelare. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato il fratello di Pietro Grasso: è accusato di violenza sessuale

Today è in caricamento