rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Città Milano

Latitante tradito dal figlio piccolo: "Papà vive lì in quella casa rosa"

L'uomo si nascondeva in una botola nascosta nel soffitto interno di una mansarda. Il piccolo ha raccontato agli agenti sotto copertura dove viveva il padre

Marito e moglie sono stati arrestati dopo giorni di latitanza dagli agenti del Commissariato Quarto Oggiaro a Milano. Erano ricercati da alcuni giorni dopo una condanna definitiva a sei anni di carcere per alterazione di stato civile di neonato mediante la sua sostituzione. Che tradotto - secondo quanto ha spiegato Antonio D'Urso, vice questore del commissariato - significa che al momento della presentazione dei documenti volevano spacciare per genitori del minore qualcun altro e non che volessero rapire un bambino.

L'uomo, Mirco Hudorovich, cittadino serbo di 52 anni è stato arrestato mercoledì 15 novembre durante il blitz della polizia di stato nel campo rom di via Monte Bisbino. Ha numerosi precedenti ed è stato incastrato dagli uomini della 'Catturandi' del Commissariato che nei giorni precedenti si erano finti addetti della ditta del gas e avevano controllato l'abitazione della figlia di Hudorovich, ai domiciliari per altri reati.

In casa con la donna vive anche il fratellino piccolo che ha raccontato agli agenti sotto copertura che il padre viveva in una casa rosa di fronte all'autostrada e all'Albero della vita. Una descrizione che li ha portati dritti dritti alle abitazioni nelle adiacenze del campo.

Durante il blitz al campo nomadi, gli agenti del Commissariato hanno scoperto una botola nascosta nel soffitto all'interno di una mansarda. Qui hanno individuato il ricercato.

Continua a leggere la notizia su MilanoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latitante tradito dal figlio piccolo: "Papà vive lì in quella casa rosa"

Today è in caricamento