Domenica, 25 Luglio 2021
Città Brescia

Incidente sul Garda: chiesto l'arresto per uno dei due turisti tedeschi

La Procura di Brescia ha chiesto l'arresto di uno dei due turisti tedeschi che erano a bordo del motoscafo Riva sabato 19 giugno quando hanno travolto nelle acque del Lago di Garda, a Saló, la piccola imbarcazione di Umberto Garzarella e Greta Nedrotti

Rischio di reiterazione del reato e pericolo di fuga. Sono queste le ragioni per cui la Procura di Brescia ha chiesto l'arresto di uno dei due turisti tedeschi che erano a bordo del motoscafo Riva sabato 19 giugno quando hanno travolto nelle acque del Lago di Garda, a Saló, la piccola imbarcazione di Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, rimasti uccisi nello schianto. Il gip del tribunale di Brescia ha già dato l'ok all'arresto di chi era ai comandi del motoscafo e la procura ha firmato un mandato di arresto europeo che dovrà ora essere valutato da un giudice del tribunale di Monaco di Baviera, visto che i turisti sono già rientrati in patria.

Il giorno successivo all'incidente, domenica 20 giungo, il 52enne che era alla guida fu sottoposto all'alcol test, che diete esito negativo. Il giorno dopo ancora, lunedì, l'uomo e l'amico connazionale ritornarono in Germania, cogliendo di sorpresa i magistrati. Ora si attende la risposta circa la richiesta di misura cautelare: dovrebbe arrivare la prossima settimana. Uno dei due turisti, al momento di attraccare con il motoscafo danneggiato dall'impatto con il gozzo, fu ripreso dalle videocamere del rimessaggio sul lungolago mentre barcollava.

I genitori di Greta: "Condannati a vita, aiutateci a darle giustizia"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sul Garda: chiesto l'arresto per uno dei due turisti tedeschi

Today è in caricamento