Domenica, 9 Maggio 2021
Napoli

La città che si ribella al lockdown

Ad Arzano i commercianti hanno bloccato le strade dopo la nuova stretta alle attività decisa dal commissario prefettizio. "Misura inutile se poi è possibile entrare e uscire dal paese". Il video

Il blocco stradale effettuato da commercianti e cittadini di Arzano, comune a nord di Napoli, dopo la decisione dei commissari prefettizi che amministrano il municipio, di attuare, dopo una inpennata di casi di Covid-19, un parziale lock down, 15 ottobre 2020 ANSA / CIRO FUSCO

Si fa presto a parlare di lockdown locali e misure circoscritte. Ad Arzano, comune  di quasi 34mila abitanti alle porte di Napoli, i commercianti stanno manifestando contro la nuova stretta alle attività decisa dal Commissario Prefettizio dopo il picco di contagi, circa 200, che si sono verificati in città. Da oggi e fino alle 24 del 23 ottobre scuole ed esercizi commerciali resteranno chiusi alla luce "dell'altissimo numero di contagiati presenti sul territorio". Un vero e proprio lockdown. 

Proteste e strade bloccate ad Arzano

Gli esercenti hanno ricevuto la comunicazione via megafono e sono scesi in strada bloccando la circolazione, prima al centro del paese poi alla cosiddetta rotonda di Arzano. "Inutile chiudere il commercio se poi le persone possono entrare e uscire dalla zona rossa" affermano i manifestanti, che hanno chiesto l'intervento del prefetto. 

arzano ansa 2-2-2

In molti, hanno condiviso dirette social di quanto sta accadendo, come i titolari del negozio di abbigliamento "Nicky" e de "Il bello dell'intimo". Il Comune di Arzano è, al momento, senza amministrazione ed è guidato da un commissario prefettizio.

Lockdown ad Arzano, cosa prevede l'ordinanza

L'ordinanza prevede la sospensione delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale; la chiusura di tutte attività commerciali, comprese le attività di ristorazione e bar, ad esclusione dei negozi di generi alimentari, delle farmacie, dei fornai, di distributori dei carburanti, dei negozi di ottica, dei rivenditori di mangimi per animali; la chiusura del cimitero consortile; la sospensione di tutte le manifestazioni e gli eventi pubblici; la chiusura di tutti i centri anziani sul territorio comunale; la chiusura di tutte le palestre e la sospensione di tutte le attività sportive, in forma individuale e di squadra, sia di tipo professionale che amatoriale; la sospensione del mercato settimanale.

arzano ansa 3-2

I commercianti di Arzano protestano contro il lockdown, video

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Servizio video della redazione di NapoliToday)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città che si ribella al lockdown

Today è in caricamento