Venerdì, 25 Giugno 2021
Il derby della vergogna / Milano

Follia al derby di Milano: bolgia a San Siro, saltano i distanziamenti e solo la polizia divide gli ultras

Nonostante la partita a "porte chiuse" e le restrizioni previste dalle norme anti Covid si sono respirati attimi di tensioni all'esterno dello Stadio Meazza

Secondo la Questura, sono stati circa 2mila i tifosi dell'Inter e altrettanti quelli del Milan a ritrovarsi all'esterno dello stadio Meazza di Milano per il derby meneghino. I supporter hanno atteso l'arrivo dei bus delle squadre e attorno alle 13.30 le due fazioni si sono fronteggiate arrivando quasi al contatto. Ppoco dopo l'ingresso del pullman dell'Inter nel parcheggio, i gruppi si sono allontanati fino a disperdersi.

Nonostante la partita si giocasse - ovviamente - a porte chiuse, era stata disposta la presenza di un centinaio di agenti.

Il momento di tensione più forte al momento dell'arrivo del pullman dell'Inter con il contingente dei tifosi nerazzurri che ha seguito il mezzo quasi fino al parcheggio dove poi era previsto che la squadra scendesse per entrare nello stadio. Non lontano, un gruppetto di circa 250 tifosi milanisti si sono discostati dalle posizioni iniziali avvicinandosi alla tifoseria opposta.

Le forze dell'ordine, che erano schierate sul posto, si sono mosse e hanno impedito il contatto diretto tra i manifestanti.  Si sono levati cori e grida, ma - secondo quanto riferito da Milanotoday - i due contingenti non sono mai arrivati a sfiorarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il questore di Milano, Giuseppe Petronzi, nei giorni scorsi aveva vietato ai tifosi interisti, che lo avevano chiesto, di riunirsi davanti al Castello Sforzesco, non solo per questioni di ordine pubblico, ma anche in ottemperanza alle norme sanitarie anti-Covid; era stato inoltre predisposto il divieto di corteo, quindi le due tifoserie si sono trovate sul posto, sebbene su due posizioni separate e controllate. Inoltre negli scorsi giorni in citta' erano comparsi diversi manifesti con scritto "Milano Nerazzurra", che invitavano i supporter della squadra ad esporre i colori della bandiera anche dai balconi.

Milano Inter, saltano le misure anti Covid

Neanche a dirlo sono saltate le regole sul distanziamento anti Covid. I tifosi nerazzurri hanno voluto ricordare, con uno striscione, Mauro Bellugi, che per molti anni ha vestito la maglia dell'Inter, scomparso a causa del Covid dopo un lungo ricovero e dopo avere anche dovuto subire l'amputazione di entrambe le gambe. Lodevole poi l'iniziativa comune degli ultras "rossonerazzurri", insieme ai City Angels, per raccogliere beni di prima necessità da distribuire ai senzatetto di Milano. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia al derby di Milano: bolgia a San Siro, saltano i distanziamenti e solo la polizia divide gli ultras

Today è in caricamento