Giovedì, 17 Giugno 2021
Città Bologna

Bologna, attentato alla caserma dei carabinieri: danni ma nessun ferito

Due taniche di benzina innescate da una miccia sono state posizionate davanti all’ingresso della stazione ‘Corticella’ di via San Savino: l’ordigno ha provocato danni. Non ci sono feriti tra i militari all’interno. Oggi Renzi in città per un incontro sul referendum

L'ingresso della caserma 'Corticella' di via San Savino a Bologna | Foto Ansa

BOLOGNA - Attentato esplosivo nel cuore della notte alla caserma dei carabinieri di Corticella, periferia di Bologna.

Secondo quanto riportato da BolognaToday, pare che nelle videoregistrazioni delle telecamere poste all'ingresso della caserma si vedano tre persone incappucciate che hanno piazzato due taniche (probabilmente piene di benzina o comunque di materiale infiammabile), un ordigno e una miccia di un paio di metri.

L'esplosione, avvenuta intorno alle 3, ha sfondato la porta blindata d'entrata e ha provocato danni fino al piano superiore della caserma, annerendo la facciata della struttura che si trova quasi alla fine di una strada senza uscita, nei pressi di una chiesa parrocchiale.

All'interno dormivano alcuni militari, ma non ci sono feriti. Il boato è stato avvertito fino a qualche chilometro di distanza. Sono intervenuti subito i vigili del fuoco con il nucleo investigativo antincendio e successivamente i carabinieri e gli artificieri.

Oggi in città è atteso il premier Matteo Renzi per un incontro in vista del referendum. Anche su Facebook, nei gruppi di quartiere gli abitanti hanno chiesto notizie e condiviso il timore di quel forte rumore avvertito poco prima delle tre: "Qualcuno ha sentito il botto? Troppe sirene!".

"Condanniamo ogni forma di violenza ed esprimiamo la più forte solidarietà e vicinanza all'Arma dei Carabinieri, il cui lavoro è garanzia di sicurezza e serenità per tutti i cittadini della Repubblica e per la solidità delle Istituzioni repubblicane. L'augurio è che i responsabili del vile attentato di questa notte alla Stazione dei Carabinieri San Savino di Corticella siano individuati e puniti al più presto". Così Simonetta Saliera, Presidente dell'Assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna.

Al momento, secondo i carabinieri “è del tutto prematuro fare qualsiasi ipotesi”, poiché “è in corso l’attività di repertazione e acquisizione di immagini” per individuare il tipo di ordigno, ricostruire la dinamica e avviare tutte le indagini del caso.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna, attentato alla caserma dei carabinieri: danni ma nessun ferito

Today è in caricamento