Mercoledì, 24 Febbraio 2021
Varese

L’autista preso a schiaffi e sputi per aver chiesto di mettere la museruola al cane

L’aggressione da parte di due soggetti, che pretendevano di salire sul mezzo con il loro cane rottweiler senza la necessaria protezione. Il conducente dovrà sottoporsi a tampone

Foto di repertorio Pixabay

L’autista di un bus delle linee urbane di Varese è stato vittima di un grave episodio. Per aver chiesto a due persone che stavano per salire sul mezzo di far mettere al loro cane rottweiler la museruola - come da regolamento - è stato aggredito con violenza, preso a schiaffi e sputi. Uno dei due soggetti ha poi urinato sulla carrozzeria del bus, continuando con insulti e gestacci nei confronti dell’autista. 

Un episodio duramente stigmatizzato in una nota da Autolinee Varesine, la società dei trasporti che gestisce il servizio locale. 

La museruola, ricorda la nota, è un “accessorio assolutamente obbligatorio quando si utilizza un mezzo pubblico” per animali della taglia del rottweiler che i due personaggi volevano far salire sul bus. Nonostante questo, al rifiuto del conducente, i due hanno avuto prima una reazione stizzita e già aggressiva e poi, quando l’autista ha detto loro che non si sarebbe mosso dalla fermata se queste condizioni non fossero state rispettate, la situazione è degenerata.

“Uno dei due soggetti scavalca la catenella che delimita lo spazio riservato all’utenza e tenta di scardinare la porta della cabina di guida; non riuscendoci, allunga una mano oltre il vetro colpendo il dipendente di Autolinee Varesine con due schiaffi, e sporgendosi oltre la paratia riesce a sputargli addosso. Sceso dal veicolo, lo stesso personaggio si mette infine davanti al parabrezza, urinando sulla carrozzeria del bus e continuando con insulti e gesti facilmente immaginabili”, ricostruisce la nota di Autolinee Varesine.

Autista preso a schiaffi e sputi, orà dovra fare il tampone

L’autista, che ha già denunciato i due soggetti, “estremamente conosciuti dal personale dell’azienda”, dovrà sottoporsi a un tampone antigenico, fa sapere la società. “Autolinee Varesine sottolinea tutta la sua vicinanza al proprio collaboratore coinvolto in questa spiacevolissima situazione e procederà a sua volta con un’ulteriore denuncia per interruzione di pubblico servizio. Da rimarcare infine come, purtroppo, nessuno dei circa 15 passeggeri a bordo o dei numerosi passanti abbia detto o fatto alcunché per cercare di contenere un episodio tanto sgradevole o per esprimere la propria solidarietà al conducente vittima di un’inqualificabile aggressione”.

L’uomo, visibilmente scosso da quanto accaduto, dopo l’aggressione aveva ricevuto il cambio da un collega, il quale però poco dopo ha avuto lo stesso spiacevole incontro, ritrovando i due soggetti a un’altra fermata e finendo anche lui bersaglio di insulti e oscenità.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’autista preso a schiaffi e sputi per aver chiesto di mettere la museruola al cane

Today è in caricamento