rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Città Reggio Calabria

Non si ferma all'alt: poco dopo si schianta a tutta velocità contro la polizia

Nell'incidente sono rimasti feriti un agente e l'uomo alla guida dell'auto. Che ora è stato denunciato. Mazzetti (sindacato Fsp): "Un miracolo che nessuno sia rimasto ucciso". Il video

Non si ferma all'alt della polizia e dopo un rocambolesco inseguimento va a schiantarsi contro una volante ferma a un posto di controllo. I fatti sono andati in scena ieri sera, giovedì 28 marzo, a Reggio Calabria, nel quartiere di Catona. Tutto è iniziato poco dopo le 23 quando i poliziotti hanno intimato a un automobilista alla guida di una Fiat Panda di fermarsi. L'uomo però ha tirato dritto e si è dato alla fuga. Poco dopo, come documentano le immagini, l'automobilista - seguito da un'altra volante - piomba a tutta velocità contro l'auto della polizia messa di traverso per sbarrare il passaggio.

Il video dell'incidente

In ospedale un agente e l'uomo alla guida

Uno schianto violentissimo che per fortuna non ha avuto conseguenze drammatiche. Sul posto sono intervenuti i medici del 118. L'uomo alla guida e un agente di polizia sono stati trasportati in ospedale. Sembra che l'uomo non si sia fermato all'alt perché sprovvisto di assicurazione ed è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Mazzetti (sindacato Fsp): "Un miracolo che nessuno sia rimasto ucciso"

Valter Mazzetti, segretario generale del sindacato Fsp Polizia di Stato, parla di tragedia sfiorata. "Siamo profondamente turbati da quanto accaduto ieri sera a Reggio Calabria, dove un inseguimento folle si è concluso con due volanti e due auto distrutte" spiega Mazzetti in una nota. "È un miracolo che nessuno sia rimasto ucciso, ma poteva essere una tragedia. Noi ne abbiamo persi tanti così". 

"Ora ci aspettiamo che si reagisca con la giusta severità a quanto accaduto" aggiunge Pietro Gabriele, segretario del sindacato Fsp Reggio Calabria, "perché chi ha sbagliato comprenda l’assoluta gravità di quanto commesso. È necessario - prosegue - difendere senza se e senza ma, con pene concrete, la sicurezza dei cittadini e degli operatori in divisa, ma anche la stessa cultura della legalità che in certe zone del paese sembra quasi non esistere".

Il segretario generale del Sindacato autonomo di polizia Stefano Paoloni, ha espresso "auguri di pronta guarigione al collega rimasto ferito. Episodi del genere - afferma il sindacalista del Sap - dimostrano, ancora una volta, quanto sia rischiosa la nostra professione. Mostriamo profondo apprezzamento per i colleghi che, nonostante l'evidente rischio al quale erano esposti, non hanno esitato a fare il loro dovere per garantire il rispetto delle regole e della legge".

Leggi tutte le notizie dalle città su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma all'alt: poco dopo si schianta a tutta velocità contro la polizia

Today è in caricamento