Martedì, 15 Giugno 2021
Bedizzole / Brescia

L'autista dell'autobus non li fa salire, 50 ragazzini lo prendono a bottigliate: tornavano dal funerale di un amico

Attimi di vera follia quelli vissuti venerdì sera a Bedizzole nel giorno della cerimonia in ricordo di Yessin Bargaoui, morto a soli 15 anni in un tragico incidente stradale. Di ritorno dal funerale il gruppo di giovani avrebbe preso d'assalto un autobus di linea sulla tratta Brescia-Portese

Attimi di vera follia quelli vissuti venerdì sera a Bedizzole, comune di 12mila abitanti in provincia di Brescia. Nel giorno della cerimonia in ricordo di Yessin Bargaoui, morto a soli 15 anni in un tragico incidente stradale, un gruppetto di una cinquantina di ragazzi (e che in gran parte erano anche alla commemorazione per l'amico scomparso) ha preso d'assalto tra le 21 e le 21.30 un autobus di linea sulla tratta Brescia-Portese, prima lanciando bottiglie di birra sui vetri e in cabina, fino a rubare la chiavi all'autista scappando a gambe levate.

"La piazza era piena di ragazzini, di 14 o 15 anni – ha riferito l'autista del pullman, 57 anni, al Giornale di Brescia – Erano almeno 50 e volevano tutti salire sull'autobus. Ma io per le norme Covid posso caricare al massimo 33 persone e una decina erano già a bordo. Erano esagitati, urlavano, minacciavano e insultavano. Mi hanno lanciato una bottiglia di birra nella cabina di guida e poi uno di loro ha strappato le chiavi ed è fuggito".

Una scena che sarebbe stato meglio non vedere. Nel giorno del ricordo di un ragazzo morto, una totale mancanza di rispetto. Non sarà una serata senza conseguenze. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'autista dell'autobus non li fa salire, 50 ragazzini lo prendono a bottigliate: tornavano dal funerale di un amico

Today è in caricamento