rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Città Ancona

Assume una badante più giovane e quella anziana si vendica rompendole il naso

Era andata in ferie e una connazionale l'aveva sostituita. Tornata dalle vacanze era stata licenziata

Una 37enne peruviana, dopo una breve sostituzione di una connazionale, come badante, causa ferie, si è vista assumere al suo posto facendo perdere il lavoro all'altra, di 30 anni più grande. Uno smacco che la donna non avrebbe digerito al punto di aspettarla sotto casa e prenderla pugni. È successo ad Ancona il 6 novembre del 2019 ma solo ora si è aperto il processo per 66enne è finita davanti al giudice Carlo Cimini per lesioni aggravate.

Era sera quando la 37enne stava rientrando a casa della anziana di cui doveva prendersi cura. Lo stesso giorno la vecchia badante, difesa dall'avvocato Gabriele Galeazzi, era stata chiamata a prendere le sue cose perché era stata licenziata. L'anziana si era trovata meglio con la sua sostituta e aveva deciso di assumere lei al suo posto. Per evitare problemi era stato organizzato tutto affinché le due badanti non si incontrassero. Quella nuova era stata fatta uscire ed era andata a farsi una passeggiata con il fidanzato. Dall'abitazione l'avevano poi richiamata, attorno alle 20, quando la vecchia badante aveva preso le sue cose e se ne era andata. Ma non lo aveva fatto del tutto.

Tornando in via Maratta la 37enne aveva visto una automobile parcheggiata nelle vicinanze, con la connazionale dentro insieme a due persone. Le avrebbe teso un agguato. La peruviana più giovane si era quindi affrettata ad aprire il portone ma una mano, stando alle accuse, l'avrebbe strattonata da dietro ricevendo poi un pugno in faccia da parte della 66enne. Ci aveva rimesso un labbro e il naso, con una prognosi stimata dai medici di 50 giorni. La 37enne era stata soccorsa dalla figlia della donna che accudiva e dal suo compagno. Li aveva chiamati al cellulare dopo essere finita a terra sanguinante. Prima era stata medicata alla guardia medica del Viale della Vittoria, poi era stata portata in ospedale per le cure. Alla fine si era rivolta ai carabinieri per denunciare la connazionale. L'imputata respinge le accuse. Ieri in tribunale aula è stata sentita la vittima. Prossima udienza il 12 dicembre.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assume una badante più giovane e quella anziana si vendica rompendole il naso

Today è in caricamento