rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
PEDOFILIA / Torino

"Cara maestra, papà mi ha legata sul letto e poi ..."

Un bambina di 8 anni ha raccontato in un "tema dell'orrore" gli abusi del padre: aveva scritto una storia. Ma era troppo credibile per essere inventata. Ora l'uomo dovrà scontare 8 anni di carcere

CHIVASSO (TORINO) - Le frasi messe nere su bianco sono state convincenti. Quella storia "inventata", come le aveva chiesto di fare la mestra, sembrava molto - troppo - credibile. Così sono iniziate le indagini, poi il processo che ha portato alla condanna del papà di una bambina di 8 anni. E otto sono gli anni l'uomo dovrà passare in carcere.

IL TEMA - Non sapeva a chi dirlo e come dirlo, così ha affidato il suo peso più grande a un tema, uno di quelli in cui solitamente si raccontano i propri pensieri più fantasiosi. Invece ciò che ha scritto una bambina di otto anni era tutto fuorché fantasioso, almeno così è stato deciso dal giudice Cecilia Marino del tribunale di Ivrea che ha condannato il padre, un uomo di 48 anni, a otto anni di reclusione. 

IL RACCONTO - Claudia (nome di fantasia), residente nel chivassese, ha scritto di abusi subiti dal genitore dopo la separazione con la mamma. Mezze frasi che hanno raccontato una storia convincente, a tal punto da far arrivare quel foglio ai carabinieri e ai magistrati e a mettere sotto la lente di ingrandimento il padre della piccola. Nel computer dell'uomo sono stati trovati i primi riscontri: foto pornografiche e alcuni volti di pornostar e modelle sostituite con la testa di un'altra figlia, sorellastra di Claudia.

IL PROCESSO - Dalle indagini è emerso ancora che il padre avrebbe addirittura legato sua figlia di otto anni a letto, per poi palpeggiarla su tutto il corpo. Situazioni impresse nella mente della bambina che dopo il tema ha piano piano tirato fuori altri pezzi di un orrendo puzzle, raccontando tutto, in lacrime, sia alle maestre che agli investigatori. Oltre alla condanna il quarantottenne dovrà risarcire la figlia con 40 mila euro, mentre 10 mila euro andranno alla sorella di Claudia. Inoltre il giudice lo ha interdetto dai pubblici uffici e gli sarà impedito di svolgere lavori o ricoprire incarichi che lo mettano a contatto con minori. (da Torino Today)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cara maestra, papà mi ha legata sul letto e poi ..."

Today è in caricamento