Venerdì, 17 Settembre 2021
Città

Bimba scomparsa in gita a Serle, indagata l'operatrice che l'aveva in carico

Novità nel caso della sparizione della piccola Iuschra. Gli inquirenti fanno sapere di aver cambiato l'ipotesi di reato da lesioni a omicidio colposo, poiché si ritiene che ormai la bambina non sia più in vita

A quasi sette mesi di distanza dalla scomparsa di Iuschra Gazi - la 12enne di origine bengalesi affetta da autismo svanita nel nulla durante una gita nei boschi di Cariadeghe a Serle - la Procura di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati l'operatrice della Fobap, Fondazione bresciana assistenza psicodisabili, che il 19 luglio scorso aveva in carico la bambina. 

Bimba scomparsa a Serle, indagata l'operatrice

La donna è attesa in procura nei prossimi giorni e sarà ascoltata dai procuratori Donato Greco e Antonio Bassolino, titolari dell'inchiesta. La Procura, che stava indagando subito dopo la scomparsa della bambina per omicidio colposo a carico di ignoti, ha "cambiato l'ipotesi di reato da lesioni a omicidio colposo" perché, fanno sapere gli inquirenti come scrive il quotidiano Il Giorno, "non crediamo che la bimba sia ancora viva".

Nonostante le ricerche, che hanno visto coinvolti migliaia di uomini e decine di chilometri esplorati, di Iushra non è stata ritrovata nemmeno un traccia. Secondo quanto ricostruito finora, Iushra aveva già tentato di fuggire appena scesa dal pulmino degli operatori a Serle, ma era stata fermata. All'ora di pranzo, un altro tentativo di fuga. L'operatrice l'avrebbe inseguita per un tratto ma poi l'avrebbe persa di vista. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba scomparsa in gita a Serle, indagata l'operatrice che l'aveva in carico

Today è in caricamento