rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Città Brescia

Ancora nessuna traccia della bambina scomparsa: "Tutto questo è inspiegabile"

Proseguono senza sosta le ricerche della piccola Gazi Zannatul Iuschra. Più di cento persone, tra volontari e corpi dello Stato, stanno battendo la zona, che è stata ispezionata da cima a fondo

E' passata più di una settimana ma di Iuschra - la bambina scomparsa sull'Altopiano di Cariadeghe - ancora nessuna traccia. 

Una circostanza che anche dal coordinamento non esistano a definire "inspiegabile", dice BresciaToday: com'è possibile che in sette giorni di ricerce consecutive non si sia trovata una sola traccia utile? "Non ce lo spieghiamo neanche noi", ha detto il funzionario della Prefettura con delega alla Protezione civile Walter Togni. “Abbiamo messo in campo tutto quello che potevamo mettere, e continueremo a cercare”.

Ragazzina scomparsa, parla il papà: "Viva o morta, voglio ritrovare la mia bambina" 

Attualmente ci sono tra le 100 e le 150 persone che lavorano in contemporanea alle ricerche, tra volontari e corpi dello Stato. Al lavoro anche i “Reddingshonden”, le unità cinofile olandesi specializzate nella ricerca delle persone scomparse (vive o morte): fiutando gli odori e le tracce che sposta il vento, per questo hanno bisogno di meno gente possibile intorno. Per aiutarli nelle ricerche è in atto una vasta operazione di bonifica delle aree più complicate, di pulizia della vegetazione e del sottobosco.

gazi zannatul iushra-2

Ragazzina scomparsa, la grande paura: si teme possa essere finita in un cunicolo 

La piccola Gazi Zannatul Iushra sembra sparita nel nulla. Lungo il sentiero dove si è perduta qualcosa si trova, qualche centinaio di metri: ma poi scompare. Come se fosse tornata indietro, fosse caduta, o peggiore delle ipotesi qualcuno l'avesse presa con sé.

La notizia su BresciaToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora nessuna traccia della bambina scomparsa: "Tutto questo è inspiegabile"

Today è in caricamento