Lunedì, 12 Aprile 2021
SALUTE

Roma, bimbo allergico salvato con il "lavaggio del sangue"

Il piccolo di sette anni, affetto da una gravissima forma di allergia alimentare, è stato sottoposto all'ospedale Bambino Gesù di Roma per la prima volta al mondo al "lavaggio del sangue"

ROMA - Per la prima volta al mondo un bambino allergico viene salvato con il "lavaggio del sangue" dagli anticorpi ritenuti responsabili del suo stato.

Il trattamento, che apre una nuova strada per la cura delle forme più gravi di allergia, è stato effettuato all'ospedale Bambino Gesù di Roma. Non si tratta di una cura definitiva, ma permetterà al piccolo un miglioramento importante della qualità della vita. La descrizione dell'intervento è stata pubblicata sulla rivista Pediatrics.

LA STORIA DEL PICCOLO MICHELE - Di allergie si può morire. E' così quando anche solo l’odore di un alimento o la minima esposizione a un allergene scatena lo shock anafilattico. E Michele, bambino di 7 anni affetto da una gravissima forma di allegria alimentare associata ad asma, nella sua giovane vita di shock ne ha subiti tanti. Il latte, le uova, le nocciole, il pesce, la frutta: un veleno per il piccolo che fino allo scorso anno non aveva potuto condurre una vita come tutti i suoi coetanei. Una sorta di controllato a vista all’asilo, a casa, nei momenti di svago, per il rischio di entrare in contatto con qualcuno dei suoi nemici.

Dopo la cura, la sua soglia di tolleranza agli alimenti che prima rischiavano di procurargli uno shock anafilattico è cresciuta notevolmente. La sua asma è sotto controllo e non è più in pericolo di vita. Ha potuto iniziare senza impedimenti la scuola elementare, mangia come gli altri bambini e gioca liberamente. (da RomaToday)
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, bimbo allergico salvato con il "lavaggio del sangue"

Today è in caricamento