rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Città Lecce

Bambino di 4 anni annega nella vasca dei pesci

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di ieri in una villa alla periferia di Lecce

LECCE - Maxim Mazzeo, un bimbo di quattro anni, è morto annegato in uno stagno artificiale profondo circa un metro all'interno di una villa privata alla periferia di Lecce. Il dramma è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri.

A trovarlo riverso in acqua è stata la nonna che era in casa con un'amica e altri due bambini e che ha chiamato il 118. Il bimbo era il secondogenito adottivo di una coppia di avvocati leccesi.

Secondo una prima ricostruzione, il piccolo Maxim stava giocando sul prato dell'abitazione, forse allontanatosi senza farsi notare (in casa c'erano altri bambini, la nonna materna e una vicina) quando sarebbe caduto accidentalmente nel laghetto artificiale all'interno del giardino. La vasca è profonda circa un metro e dentro vi sono anche diversi pesci.

In queste ore la polizia sta raccogliendo le testimonianze dei presenti e di altre persone che risiedono in via Ezra Pound, oltre a quelle dei genitori, che non si trovavano sul posto al momento dell'incidente.

In quei terribili momenti, quando le due donne si sono accorte dell'assenza del bimbo e sono uscite a cercarlo, ritrovandolo riverso nella vasca, hanno subito richiesto soccorso. Sul posto è giunta un'ambulanza del 118. I sanitari, però, non hanno potuto fare nulla per strappare il bambino al tragico destino.

In ospedale, il "Vito Fazzi" di Lecce, v'è arrivato ormai privo di vita. Il corpicino si trova ora nella camera mortuaria del nosocomio leccese. Il pubblico ministero di turno, Emilio Arnesano, probabilmente disporrà a breve l'incarico ad un medico legale per svolgere l'autopsia. (da LeccePrima)
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino di 4 anni annega nella vasca dei pesci

Today è in caricamento