Domenica, 20 Giugno 2021
Città Pescara

Un bimbo di due anni è morto dopo essere caduto nella piscina di casa

La tragedia a Città Sant’Angelo. A dare l’allarme sono stati i genitori, ma per il piccolo non c’è stato niente da fare. Sul posto anche i carabinieri

Foto di repertorio

Un bambino di due anni è morto nella serata di ieri a Città Sant’Angelo, dopo essere caduto nella piscina della villetta di famiglia. 

La tragedia intorno alle 20 di ieri, 17 maggio, in provincia di Pescara. A chiamare i soccorsi sono stati i genitori del bambino. Non vendendolo più, il padre e la madre hanno iniziato a cercare e lo hanno infine trovato nella piscina. 

Bimbo morto nella piscina di casa, la tragedia scuote la comunità di Città Sant'Angelo

Sul posto sono intervenuti sia i soccorritori del 118 che i carabinieri della Compagnia di Montesilvano. Inutili però i tentativi di salvare il bambino. Sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei militari dell'Arma ma al momento sembrerebbe trattarsi di una tragica disgrazia. Secondo una prima ricostruzione, il piccolo sarebbe morto annegato. 

Il fatto è accaduto in contrada Maddalena, a ridosso della provinciale che porta al centro storico di Città Sant'Angelo. "Una terribile disgrazia in una famiglia amorevole ed eccezionale. Purtroppo quando si sono accorti dell'accaduto non c'era più niente da fare”, ha detto il sindaco di Città Sant’Angelo, Matteo Perazzetti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un bimbo di due anni è morto dopo essere caduto nella piscina di casa

Today è in caricamento