rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Lodi

"Io non mi vaccino, non sono una cavia": muore di Covid a 52 anni la nipote di monsignor Fisichella

Originaria di Codogno, ha rifiutato il ricovero fino all'ultimo

Aveva 52 anni, Barbara Fisichella, e lavorava come operatrice giudiziaria al casellario della Procura di Lodi. Originaria di Codogno, è morta di Covid. Era una convinta no vax, tanto che il 28 novembre scorso, sul suo profilo Facebook aveva postato la sua foto, visibile pubblicamente, con la scritta "Io non mi vaccino, non sono una cavia", e l'immagine di un pugno che fa a pezzi una siringa.  Era a casa in malattia da una decina di giorni. Avrebbe rifiutato il ricovero in ospedale a lungo.  Contraria dunque al vaccino, aveva contratto il virus, poi due giorni fa la crisi respiratoria, la chiamata dei familiari al 118 e la corsa dell'ambulanza fino alla sua abitazione in zona Castello a Lodi. Invano. All'arrivo dei sanitari, infatti, la donna era già in arresto cardiaco e a nulla sono valsi i tentativi per salvarla: è morta nel suo letto.

"È morta di Covid l'unica dipendente no vax che avevamo", ha dichiarato il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro. "Chi non si vaccina - aggiunge - rischia effettivamente di morire, soprattutto se ci si rifiuta di sottoporsi anche alle cure. La gente deve saperlo".

"Con mia figlia erano ormai anni che non ci sentivamo, aveva scelto di fare la sua vita, non so neanche dove abitasse - dice a Repubblica, addolorato, il padre Marco Fisichella, fratello di monsignor Rino che questa mattina ha lui stesso informato della tragica notizia -. Ho telefonato a mio fratello Rino che è in Spagna e gli ho chiesto di dire una messa per Barbara. Io posso solo dire una preghiera, come ho sempre fatto, ho sempre pregato per lei. Non ho più neanche le lacrime per piangere".

Imparentata con monsignor Rino Fisichella, arcivescovo e presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, Barbara era originaria proprio di Codogno, città simbolo della lotta al coronavirus, al centro della prima zona rossa d'Italia. Ma da molti anni oramai si era trasferita Lodi e i pochi parenti rimasti a Codogno non avevano sue notizie da tempo. Senza parole i colleghi, sconvolti dalla notizia del decesso di Fisichella. In tanti piangono in queste ore la sua prematura scomparsa. 

.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Io non mi vaccino, non sono una cavia": muore di Covid a 52 anni la nipote di monsignor Fisichella

Today è in caricamento