Domenica, 24 Gennaio 2021
Milano

Da bibliotecari a rider della lettura: così i libri arrivano a chi non può uscire di casa

L’iniziativa delle biblioteche di Milano grazie a 66 dipendenti volontari e una collaborazione con la rete sociale Ugo, che si occupa di servizi di affiancamento e supporto agli anziani o alle persone in condizioni di fragilità

Foto di repertorio Pixabay

Se i lettori non possono andare in biblioteca, sono i bibliotecari ad andare dai lettori. Le biblioteche di Milano hanno organizzato un nuovo servizio di prestito con consegna a domicilio grazie a un gruppo di 66 dipendenti volontari che consegneranno a casa i libri richiesti in prestito a cittadini over 70 e a coloro che, a causa dell’epidemia di Covid 19 o altre condizioni di salute, non possono uscire di casa o è raccomandabile che non lo facciano. I bibliotecari si trasformano quindi in “rider della cultura”, consegnando i libri a piedi, con i mezzi pubblici, con il furgone in dotazione dal Servizio oppure con una delle 3 cargobike a disposizione. 

Sono già 235 utenti che hanno ricevuto a casa libri, film e altro materiale che era stato prenotato prima in precedenza, rimasto nelle biblioteche a causa della chiusura scattata in seguito al dpcm del 3 novembre. Il servizio sarà ampliato grazie alla collaborazione con la rete sociale Ugo, già attiva nel comune di Milano con servizi di affiancamento e supporto alle persone anziane o in condizione di fragilità: fino al 31 gennaio 2021 nove operatori di Ugo - uno per ogni Municipio - saranno a disposizione delle biblioteche per il prestito a domicilio. 

Come funziona la bibioteca a domicilio

Da giovedì 3 dicembre gli utenti che rientrano nelle categorie alle quali è dedicato il servizio potranno telefonare o inviare una mail alla loro biblioteca abituale e fare richiesta di libri, audiolibri, film, cd musicali da ricevere direttamente a casa, in un momento concordato e in un tempo stabilito. Il servizio è valido per tutte le tiplogie di documenti ammessi al prestito "normale". Alcuni di questi “rider della lettura” saranno selezionati fra gli ospiti della Casa di accoglienza Enzo Jannacci, e specificamente formati per svolgere l’attività di consegna. 

Per i cittadini che non hanno problemi di mobilità è invece prevista dalla prossima settimana l’attivazione di un servizio di ritiro dei libri prenotati presso alcune librerie del circuito LIM (Librerie Indipendenti Milano) e in 36 edicole associate a Snag (il sindacato nazionale autonomo giornalai). Per accedere al servizio basterà collegarsi dal 7 dicembre al portale del Sistema Bibliotecario di Milano e prenotare dal catalogo online le opere a cui si è interessati, scegliendo contestualmente l’edicola o la libreria in cui ritirarle. L’elenco delle sedi di ritiro sarà aggiornato in tempo reale.

Il servizio di biblioteca a domicilio sarà garantito in via sperimentale fino al 31 gennaio 2021. Una volta che le biblioteche potranno tornare a operare regolarmente si valuterà se mantenerlo in quei quartieri che non hanno una biblioteca nelle immediate vicinanze, così da ampliare la rete dei “punti prestito” e offrire agli utenti un servizio di maggiore prossimità territoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da bibliotecari a rider della lettura: così i libri arrivano a chi non può uscire di casa

Today è in caricamento