Lunedì, 25 Gennaio 2021
Palermo

Lite in casa: prende un coltello e colpisce la figlia di otto anni (davanti alla sorella di sei)

I fatti a Palermo. La bambina ha riportato solo ferite superficiali. A dare l'allarme, attirati dalle grida, sono stati vicini.

Foto di repertorio

È stata denunciata per lesioni la donna che oggi a Palermo ha accoltellato la figlia di 8 anni. I fatti questa mattina in corso Calatafimi, nella zona di Villa Tasca, dove sono intervenuti i carabinieri del Nucleo radiomobile su segnalazione di alcuni vicini. La bambina è stata portata all'Ospedale dei Bambini ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Illesa invece la sorellina, di 2 anni più piccola. 

Il caso rientra tra quelli previsti dal cosiddetto "codice rosso" - riferisce PalermoToday - e le indagini sono coordinate dal procuratore aggiunto Anna Maria Picozzi e dal sostituto Luisa Vittoria Campanile, che in base a un protocallo siglato recentemente, stanno lavorando in stretta sinergia con la Procura dei minorenni. 

Non è ancora chiaro cosa sarebbe accaduto stamattina in casa, e perché l'indagata abbia potuto compiere questo gesto nei confronti della piccola. È certo che nell'abitazione fosse presente anche la sorella più piccola, che di fronte all'aggressione ha gridato attirando così l'attenzione dei vicini. Che hanno poi lanciato l'allarme ai carabinieri. 

La donna avrebbe cercato di togliersi la vita

Nella stanza della bambina sarebbero state individuate delle tracce di sangue. Dopo l'accaduto la trentenne avrebbe anche cercato di togliersi la vita, desistendo forse grazie all'intervento della madre. I militari intervenuti sul posto hanno ascoltato la donna e i testimoni per ricostruire la dinamica. In serata si è deciso di indagare la madre a piede libero. Le due bambine invece stanno bene e le ferite riportate dalla più grande non preoccupano i medici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in casa: prende un coltello e colpisce la figlia di otto anni (davanti alla sorella di sei)

Today è in caricamento