rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
CRONACA / Agrigento

Esplode "vulcanello": bimba uccisa dal fango, disperso il fratellino

Il dramma nella riserva naturale di Maccalube, Agrigento, famosa proprio per i suoi vulcanelli. L'esplosione di uno di questi ha generato un'ondata di fango, che ha travolto la bimba

AGRIGENTO - Travolta e uccisa dal fango. Morta durante una giornata che doveva essere di puro divertimento, per una gita in famiglia. Dramma nella riserva naturale di Maccalube ad Aragona Caldare, in provincia di Agrigento, dove una bimba di sette anni ha perso la vita a causa dell'esplosione di un vulcanello. 

La piccola è stata travolta dal fango e per lei non c'è stato nulla da fare. Quando i soccorritori, che hanno confermato la notizia, sono riusciti a trovare il suo corpo, la bimba era già morta. Il fratellino, nove anni, anche lui sommerso dall'argilla del vulcano, è disperso. Il padre dei due bimbi, invece, è stato tratto in salvo e sta partecipando alle operazioni di ricerca. 

La riserva naturale delle Macalube di Aragona è nota per il fenomeno dei vulcanelli di argilla, ritenuti frutto di vulcanismo sedimentario: il fenomeno viene classificato come una manifestazione petrolifera superficiale di tipo gassoso. 

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU AGRIGENTONOTIZIE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplode "vulcanello": bimba uccisa dal fango, disperso il fratellino

Today è in caricamento