Venerdì, 26 Febbraio 2021
Napoli

Donna positiva al coronavirus partorisce in casa, ma la bimba muore subito dopo

La procura di Napoli ha aperto un'inchiesta per far luce sulla vicenda. I genitori lamentano ritardi nei soccorsi e personale 118 non equipaggiato. Ma il responsabile del servizio nega

Foto di repertorio

La Procura di Napoli ha aperto un fascicolo sulla morte di una bimba nata prematuramente da una donna positiva al coronavirus Sars-Cov-2. La tragedia è avvenuta nel capoluogo partenopeo, nel Borgo Sant'Antonio Abate.

La donna era al sesto mese di gravidanza, la bimba sarebbe morta poco dopo essere venuta alla luce. Secondo il padre, che ha raccontato la vicenda alla stampa, l'ambulanza sarebbe arrivata in ritardo, soltanto mezz'ora dopo la chiamata, e i sanitari non avevano con loro l'attrezzatura adeguata.

La sua versione è stata però giudicata non attendibile dal responsabile del servizio 118 di Napoli, che ha sottolineato la necessità per i sanitari di vestirsi in maniera adeguata prima di entrare in contatto con una persona positiva, nonché spiegato che ogni ambulanza è attrezzata per qualunque genere di intervento, parto incluso. Intanto gli inquirenti hanno disposto il sequestro della salma e della cartella clinica per fare chiarezza sul caso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna positiva al coronavirus partorisce in casa, ma la bimba muore subito dopo

Today è in caricamento