Martedì, 26 Gennaio 2021
Palermo

Cade durante l'ora di educazione fisica: bimba di 10 anni muore a scuola

L'alunna avrebbe sbattuto violentemente la testa mentre si allenava con i compagni. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi: i tentativi di rianimarla sono stati inutili

La scuola media Vittorio Emanuele Orlando (Foto da PalermoToday)

Tragedia in una scuola di Palermo. Una bambina di 10 anni è morta dopo una caduta avvenuta durante l'ora di educazione fisica. Sull'episodio, avvenuto alla scuola media Vittorio Emanuele Orlando di via Lussemburgo, indagano i carabinieri del Comando provinciale. Secondo una prima ricostruzione, Marta Episcopo, che frequentava la prima media, sarebbe scivolata poco dopo aver cominciato insieme ai compagni la fase di riscaldamento e avrebbe battuto con violenza la testa. La causa del decesso, però, potrebbe non essere stata la caduta

Palermo, malore a scuola: morta bimba di 10 anni

Dopo l’incidente l’insegnante e la dirigente scolastica hanno contattato il 118 per richiedere l’intervento di un’ambulanza. Le sue condizioni sono apparse subito gravi e poco dopo il suo cuore ha smesso di battere. All'autorità giudiziaria, sulla scorta degli elementi raccolti dagli investigatori, il compito di accertare la dinamica della tragedia. 

Dall'ispezione cadaverica eseguita dal medico legale non sarebbero emersi traumi o ferite compatibili con una caduta così grave da causare il decesso. Dunque è plausibile pensare che la piccola Marta sia caduta dopo essersi sentita male. Sembrerebbe che la bambina non soffrisse di alcuna patologia.

Palermo, bimba muore a scuola: disposta l'autopsia

Sarà eseguita l'autopsia sul corpo della piccola Marta, la bimba di 10 anni morta stamani mentre si trovava a scuola, all'Istituto Vittorio Emanuele Orlando di Palermo. La decisione è arrivata in serata, dopo che in un primo momento era stata disposta la restituzione della salma alla famiglia. L'ispezione cadaverica da parte del medico legale, infatti, aveva escluso colpi mortali riconducibili a una caduta, facendo risalire il decesso a un malore improvviso. La Procura, però, ha deciso di aprire un fascicolo per escludere qualsiasi dubbio. La tragedia è avvenuta stamani nell'istituto in via Lussemburgo, mentre la bambina si trovava insieme ai compagni in palestra. Inutile il tentativo dei sanitari del 118, immediatamente intervenuti, di rianimare la piccola. Domani nella scuola le lezioni sono sospese in segno di lutto. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Muore a scuola a Palermo, il sindaco Orlando: "Tragedia immane"

Sull'episodio è intervenuto il sindaco Leoluca Orlando che ha espresso così il suo dolore: "Si tratta di una tragedia immane, che colpisce la famiglia della piccola, la comunità scolastica e tutta la città. Sono certo di interpretare i sentimenti non solo dell'Amministrazione comunale ma di tutta Palermo, nell'esprimere vicinanza nel dolore alla famiglia di questa piccola, ai suoi insegnanti e ai suoi compagni". Anche  la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha espresso "profondo cordoglio e dolore" e "massima vicinanza alla famiglia".

Muore a scuola a Palermo, la preside: "Indagini chiariranno le cause del decesso"

"Rispetto alle modalità e alle dinamiche, o meglio alle cause del decesso di Marta, saranno le valutazioni fatte dagli organi competenti a definirle. Vi chiedo di avere rispetto, innanzitutto per il grandissimo dolore della famiglia, ma anche di tutta la scuola che si unisce al loro dolore". A dirlo è Virginia Filippone, dirigente scolastica dell'Istituto Vittorio Emanuele Orlando, dove stamani una bimba di 10 anni è morta, rivolgendosi ai giornalisti. "Che si scriva che è accaduta una disgrazia a scuola è assolutamente vero e fondato - aggiunge -, ma perché la ragazzina è caduta a terra in palestra sbattendo la testa questo non risponde al vero. Ci sono gli organi competenti che faranno le loro valutazioni".

Muore a scuola a Palermo, Assessore Lagalla: "Siamo addolorati"

"In un anno scolastico reso difficile dalla pandemia in corso, giunge la tragica notizia della scomparsa della piccola alunna della scuola Vittorio Emanuele Orlando di Palermo, che ha trovato la morte in un momento di spensieratezza e di gioco, veri valori aggregativi dell'infanzia e della scuola. Siamo addolorati e attoniti". A dirlo, anche a nome del governatore siciliano, Nello Musumeci, è l'assessore all'Istruzione della Regione siciliana, Roberto Lagalla.

"Il governo della Regione siciliana si unisce al dolore della famiglia e dell'intero Istituto - aggiunge -, con la certezza che, nell'interesse di tutti, saranno approfondite e conosciute le cause del gravissimo incidente. Tuttavia, una vita è stata recisa in tenera età e nulla potrà restituirla ai suoi affetti e ai suoi compagni. Personalmente, da padre e da nonno, esprimo sentimenti di particolare e affettuosa vicinanza ai familiari e alla scuola, sicuro di interpretare anche l'unanime pensiero della comunità siciliana", conclude Lagalla.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade durante l'ora di educazione fisica: bimba di 10 anni muore a scuola

Today è in caricamento