Martedì, 28 Settembre 2021
Città Padova

Alunno di 10 anni sospettato di furto e perquisito in classe: indagata la maestra

L'episodio in una scuola del padovano. La maestra era convinta che fosse il responsabile del furto e così ha frugato nelle tasche dei suoi pantaloni, nel grembiulino e nella cartella

Una maestra di una scuola elementare nel padovano è stata indagata per "perquisizione arbitraria" per aver frugato nelle tasche di un alunno ritenendolo responsabile di un furto avvenuto in classe. 

I fatti si sono svolti lo scorso gennaio in una classe quinta, da dove era sparita una fustellatrice, uno strumento che serve per tagliare e plastificare la carta. La maestra ha accusato del furto un bambino straniero. Il piccolo ha negato di aver mai preso lo strumento ma l'insegnante avrebbe deciso comunque di perquisirlo, frugando nelle tasche dei pantaloni, nel grembiule e nel grembiale. Il bambino, profondamente segnato da quanto accaduto, ha raccontato tutto a casa. A quel punto la mamma ha parlato con la preside, che ha avviato un'indagine interna e poi si sono mossi anche i carabinieri, che hanno avviato gli accertamenti. 

Insieme a un pool di psicologi, i carabinieri hanno sentito i piccolo e la loro versione per capire come si sono svolti i fatti, quanto l'insegnante abbia esagerato e se sia stata la prima volta o ci siano stati altri episodi e la Procura ha avviato le indagini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alunno di 10 anni sospettato di furto e perquisito in classe: indagata la maestra

Today è in caricamento