rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Città Roma

"Domani moriranno molti ragazzi": sms choc alla preside di un liceo

Sms intimidatorio inviato alla preside del liceo romano Lucrezio Caro. Riferimenti alla strage di Capaci e all'attentato di Brindisi

ROMA - La dottoressa Anna Rita Tamponi, preside del liceo classico-linguistico Lucrezio Caro di Roma, ieri sera ha ricevuto un messaggio minaccioso sul cellulare. L'sms, inviato da una cabina pubblica, suonava più o meno così: "Vent'anni fa è morto Falcone, pochi giorni fa Melissa ha fatto la stessa fine. La mafia non si limiterà a una bombola di gas. E domani al Lucrezio Caro moriranno parecchi ragazzi: c'è una bomba".

La preside, comprensibilmente preoccupata, ha subito avvisato il commissariato di Villa Glori. Le forze dell'ordine e la Digos, durante la notte e nelle prime ore dell'alba di oggi, hanno svolto intensi controlli dentro e intorno all'edificio scolastico. Controlli che hanno dato esito negativo: non c'era nessun ordigno. Così oggi gli studenti sono tornati regolarmente in classe e le lezioni sono proseguite senza particolari problemi.

Non si è fatta attendere la presa di posizione del sindaco Gianni Alemanno. "Esprimo la mia solidarietà alla preside e a tutti gli studenti del liceo romano Lucrezio Caro", ha dichiarato il primo cittadino. Poi ha aggiunto: "Il messaggio intimidatorio inviato ieri sera alla scuola, con riferimenti alla strage di Capaci, proprio nel giorno in cui anche Roma con varie manifestazioni ricordava la figura di Giovanni Falcone e, cosa ancora più grave, con espliciti richiami al recentissimo folle attentato alla scuola di Brindisi, è un gesto sconsiderato e pericoloso. Davanti ad atti incoscienti e deplorevoli come questo tutte le istituzioni devono mostrare fermezza e unità. Mi auguro che gli organi preposti possano risalire al più presto all'autore del sms inviato ieri sera per assicurarlo alla giustizia". (da RomaToday)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Domani moriranno molti ragazzi": sms choc alla preside di un liceo

Today è in caricamento