rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
San Severo / Foggia

Tre bombe in due giorni: commercianti nel mirino

Dopo i due attentati dinamitardi di ieri a San Severo, questa notte un'altra esplosione è avvenuta a Foggia

Una bomba a Foggia e due a San Severo. Tutte ai danni di attività commerciali. Questa notte un ordigno è esploso in via Guido Dorso, nel capoluogo pugliese. Nel mirino dei malviventi 'La Magia dei fiori', un negozio di composizioni floreali. Ingenti i danni, completamente divelta la saracinesca. "Stavo dormendo e ho sentito un forte boato. Sembrava una bomba come quelle dei bombardamenti durante la guerra che io ho vissuto" il commento di un residente ribattuto dall'Ansa.

L'esplosione è avvenuta intorno alle 2.30 ed è stata fortissima: danneggiata l’attività colpita, ma anche i vetri degli appartamenti al primo piano e del portone d’ingresso del vicino condominio. I vigili del fuoco hanno bonificato e messo in sicurezza la zona mentre alle forze dell’ordine spettera il compito di avviare le indagini del caso. L'area è stata transennata. 

Le bombe contro due negozi a San Severo

Ieri due attentati dinamitardi sono stati messi a segno nella notte a San Severo, poco prima delle 4 e intorno alle 5. Nel mirino due attività: si tratta della profumeria Afrodite di viale due Giugno e della nota rivendita di auto Romano Opel di via Giustino Fortunato. Le deflagrazioni, avvenute nel giro di un'ora, sono state fortissime, avvertite in tutto il quartiere. "E' stata fortissima, sono stata svegliata dal boato" scrive un abitante sul web. 

bomba san severo-2

I danni sono ingenti. Nel caso della profumeria, oltre alle vetrate e agli interni dell'attività, sono state danneggiate anche quattro auto in sosta e il portone di un vicino condominio. L'ordigno fatto esplodere in danno della concessionaria, invece, ha causato danni (oltre che all'attività colpita) anche a due auto in sosta e ai vetri delle abitazioni al primo superiore.

Sul posto, è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di San Severo per mettere in sicurezza la zona, mentre i carabinieri hanno avviato le indagini del caso. Al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere presenti in zona. Quelle di una attività commerciali avrebbero ripreso due giovani arrivare a bordo di un monopattino, piazzare l'ordigno e fuggire via.

Il sindaco Francesco Miglio ieri si è rivolto alle vittime del racket delle estorsioni, invitandole a denunciare gli aguzzini. Il primo cittadino ha chiesto più uomini e mezzi di polizia in città da impiegare soprattutto nelle ore notturne.

Intanto Fabio e Claudia, titolari della nota profumeria Afrodite, chiedono il supporto dei cittadini di San Severo: "Chi ci conosce sa quanti anni abbiamo dedicato al nostro amato lavoro. Per quanti anni abbiamo deciso di impegnarci per il nostro amato lavoro. Chi ci conosce sa che ci diamo da fare investendo tempo, perché la vera ricchezza è il tempo e noi abbiamo deciso di investire molto tempo, quindi il tempo non va sprecato. Ci hanno insegnato che un impegno va portato a termine e insegneremo hai nostri figli questo. Chi ci conosce sa che abbiamo bisogno di voi, dei vostri messaggi, del vostro supporto perché in questi momenti quello che serve è la solidarietà!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre bombe in due giorni: commercianti nel mirino

Today è in caricamento