Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Città Padova

Botte e cocaina ai figli per farli smettere di piangere: a processo due genitori

La coppia avrebbe fatto uso di sostanze stupefacenti e tranquillanti per impedire ai due bambini di continuare a lamentarsi

Due genitori di Monselice, in provincia di Padova, dovranno rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni.

Lui ha 48 anni, lei 34. Come riporta PadovaOggi, la coppia avrebbe picchiato e sedato i figli con la droga nella speranza che smettessero di piangere. In particolare al piccolo di tre anni sarebbe stata somministrata della cocaina per farlo stare buono: il fratello di nove mesi è stato scosso tanto da aver sviluppato un ritardo psicomotorio.

A inchiodare i due genitori sono stati i medici che avevano riscontrato lesioni sul corpo dei due piccoli. I fatti risalgono al 2012: una sera mamma e papà avevano portato in ospedale il figlio più piccolo perché continuava a piangere. I due genitori hanno sempre respinto le accuse, limitandosi a raccontare di un incidente domestico provocato da una caduta, ma non hanno mai saputo spiegare come mai sul figlio più grande vi fosse traccia dell’uso di sostanza stupefacente. Ora il processo.

Sequestrati in casa per la pensione, genitori denunciano il figlio: "Non vogliamo più vederlo" 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e cocaina ai figli per farli smettere di piangere: a processo due genitori

Today è in caricamento