Giovedì, 13 Maggio 2021
Il messaggio che diverte e preoccupa / Milano

"Aiuto! Sono una cassiera e non mi pagano da 3 mesi", l'sos infilato nell'hamburger fa discutere

Non è la prima volta che Burgez si inventa iniziative irriverenti per far parlare di sé e anche questa volta ci sono riusciti. L'ultima mossa di marketing ha fatto preoccupare e divertire e il popolo social si è diviso tra chi l'ha accolta e chi l'ha criticata

Foto da MilanoToday

"Aiutami! Sono una cassiera di Burgez, non mi stanno pagando da tre mesi. Fallo sapere a tutti per favore!!!". Recita questo il foglietto che si sono ritrovati nella loro portata tutti quelli che sono andati a mangiare a BurgeZ, fast food di Milano. Il messaggio è stato recapitato a tutti i clienti al momento dell’ordinazione, infilato tra il panino e le patatine fritte. Ma quello che era sembrato un grido di allarme, in realtà era soltanto una trovata pubblicitaria capace di far rimbalzare il nome del fast food milanese sui social network.

Alla fine, Burgez è uscita allo scoperto sui social network con un post, postando l’immagine del bigliettino: "In ogni sacchetto abbiamo infilato questo volantino. Secondo voi in quanti ci cascano?". Insomma, come racconta anche MilanoToday, l’obiettivo era di far parlare di sé. E Burgez, come anche in occasioni passate, ci è riuscita. Non senza polemiche. Già, perché se qualcuno ha preso con simpatia l’iniziativa dell’attività commerciale, qualcun altro non ha gradito, rimarcando invece come sia stato inopportuno fare ironia sulla condizione contrattuale dei lavoratori proprio il momento storico come questo, in cui la pandemia di Coronavirus sta mettendo a rischio tanti posti di lavoro e forse ne metterà in discussione ancora tanti in futuro.  

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aiuto! Sono una cassiera e non mi pagano da 3 mesi", l'sos infilato nell'hamburger fa discutere

Today è in caricamento