Lunedì, 26 Luglio 2021
CURIOSITA'

Orio al Serio, rientrano dalla Romania con oltre mille uccellini in valigia: cacciatori denunciati

È successo nei giorni scorsi, nei guai otto italiani residenti in provincia di Bergamo e Vicenza

Immagine d'archivio

Stavano tornando dalla Romania con oltre mille uccellini in valigia, tra questi numerosi esemplari di specie in via di estinzione. E per loro, cacciatori italiani residenti in provincia di Bergamo e Vicenza, è scattata una denuncia per detenzione di specie protette. È successo nei giorni scorsi nell'aeroporto di Orio al Serio, come riportato in una nota delle fiamme gialle.

Cardellini, verdellini, ballerini e pispole, oltre a strillozzi, tottaville, fanelli, zigoli gialli, voltolini e cesene. Questi gli animali trovati nelle valigie: 1.119 uccellini, sequestrati appena i cacciatori hanno toccato il suolo italiano. L'operazione, messa a segno da finanza, agenzia delle dogane e carabinieri, è scattata grazie a indagini mirate sviluppate su informazioni arrivate da canali internazionali dell'Arma.

Non solo, le fiamme gialle in una nota hanno spiegato che "I controlli doganali a contrasto dell’illegale detenzione ed introduzione nello Stato di esemplari di specie animale protette vengono intensificati in alcuni periodi dell’anno ritenuti più a rischio, soprattutto durante la stagione della caccia nei Paesi dell’Est Europa".

L’importazione e l’esportazione delle specie in via di estinzione non è una novità, specialmente in italia e, hanno precisato i finanzieri: "Si tratta di un traffico decisamente fiorente dopo quello della droga, delle armi e della tratta degli esseri umani".

La notizia su MilanoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orio al Serio, rientrano dalla Romania con oltre mille uccellini in valigia: cacciatori denunciati

Today è in caricamento