rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Città Torino

Scoperti i predoni del cimitero: gioielli, bracciali e denti d'oro trafugati dalle salme

Dieci persone risultano indagate: "spogliavano" i cadaveri portando via durante le riesumazioni eventuali preziosi, comprese protesi dentarie

Vilipendio di cadavere, furto e truffa aggravata. Questi i reati contestati a dieci persone, necrofori e funzionari, che risultano indagate dalla Procura di Torino per aver depredato le salme durante le esumazioni al cimitero monumentale del capolouogo piemontese tra il 2006 e il 2016.

L'inchiesta, che si sta avviando alla conclusione a novembre 2017, è coordinata dal pm Laura Longo e prende spunto da un esposto presentato dalla Afc, la società che gestisce i cimiteri cittadini, su mandato della presidente Michela Favaro. 

Secondo le indagini, condotte dai carabinieri del nucleo investigativo, si tratterebbe di un vero gruppo di predoni che avrebbe spogliato i cadaveri portando via gioielli, collane, bracciali e anche protesi dentarie in oro.

La Afc ha notato, infatti, che nel corso degli anni cambiava completamente l'elenco degli oggetti ritrovati sulle salme a seconda che le estumulazioni avvenissero alla presenza o meno dei familiari: se questi c'erano spuntavano anche i preziosi, altrimenti praticamente nulla. Segno che qualcosa di strano avvenisse nel corso della procedura. Dopo le indagini, qualcosa di più chiaro ora c'è.

La notizia su TorinoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperti i predoni del cimitero: gioielli, bracciali e denti d'oro trafugati dalle salme

Today è in caricamento