rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Città Venezia

Insulti razzisti al compagno di squadra: calciatore sospeso

E' successo a Venezia: un giovane avrebbe apostrofato in modo pesante un suo compagno di colore. Inflitti anche cinque turni di squalifica dal giudice sportivo

VENEZIA - Come se non bastassero i cori razzisti arrivati dagli spalti - basti ricordare l'ultimo caso che ha coinvolto il calciatore del Milan Boateng - ora gli insulti a sfondo razziale arrivano addirittura dal rettangolo di gioco. E da un compagno di squadra.

Il fattaccio è avvenuto domenica scorsa in provincia di Venezia. Un giocatore del Gruaro, al termine della partita contro i trevigiani dell'Ardita Mariago, è stato sospeso a tempo indeterminato dalla società perché avviandosi negli spogliatoi avrebbe apostrofato in maniera pesante un compagno di colore di origine camerunense.

L'arbitro, a differenza del malcapitato, che nel frattempo si era allontanato, ha sentito tutto e ha espulso M.M. Il giudice sportivo gli ha inflitto cinque turni di squalifica per "offese per motivi di razza a un giocatore".

Martedì, all'allenamento, ai giocatori è stato spiegato in spogliatoio il provvedimento preso dalla società. Naturalmente non ci sarebbero state obiezioni o puntualizzazioni.

Il centrocampista oggetto delle offese, comunque, non intende lasciare la squadra. Ha continuato ad allenarsi senza alcun problema con i compagni. (da VeneziaToday)

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti al compagno di squadra: calciatore sospeso

Today è in caricamento