rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Città Chieti

Non c'è gas all'università: pasti freddi per gli studenti

Succede al Campus di Chieti, a causa di una controversia di competenze tra Enel Gas e Snam

CHIETI - Sembra incredibile, eppure succede. Alla mensa del Campus universitario di Chieti il contatore del gas è bloccato da una ventina di giorni. E così migliaia di studenti sono costretti a consumare pasti freddi. Nemmeno una minestra riscaldata, verrebbe da dire. L'origine del disagio? Una controversia di competenze tra Enel Gas e Snam sulla fornitura del gas metano. Trattandosi di un servizio pubblico, la mancata fornitura ha determinato l'interruzione del servizio stesso.

STUDENTI SUL PIEDE DI GUERRA - Gli studenti hanno manifestato il proprio disagio all'Azienda per il diritto allo studio (ADSU), che si è attivata per superare questo rimpallo di responsabilità tra Enel Gas e Snam, cui spetta il compito di ripristinare la funzionalità del contatore sottoposto a sigilli per consentire lavori di ristrutturazione, dopo la richiesta fatta oltre due settimane fa.

LA RISPOSTA DELL'AZIENDA - La società Innova Spa, affidataria del servizio mensa, spiega in una nota: "La società ancora oggi non riesce, per la mensa ubicata nel campus universitario a Chieti, a dare completa ed esatta esecuzione al servizio per circostanze e responsabilità ad essa non riferibili e per le quali sta cercando da circa 20 giorni una definitiva risoluzione. In particolare trattasi della fornitura del gas, in mancanza della quale Innova spa non riesce a garantire la somministrazione dei cibi secondo le esatte prescrizioni del capitolato di gara. Innova non è riuscita a far togliere i sigilli dal contatore del gas nonostante abbia regolarmente chiesto il subentro fin dal 19/09/2012. L'utenza risulta attiva e libera da qualsiasi vincolo pregiudiziale, ma la competenza per togliere i sigilli viene continuamente rimpallata tra Enel Gas e Snam gas e fino ad oggi il problema non è stato risolto. Innova spa, desidera sensibilizzare Enel Gas e Snam gas, affinché, nell'interesse prioritario dell'utenza a cui il servizio è rivolto, risolvano il problema così che gli studenti possano consumare pasti caldi prodotti in loco". (da ChietiToday)
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è gas all'università: pasti freddi per gli studenti

Today è in caricamento