Sabato, 15 Maggio 2021
Bari

Lo hanno abbandonato paralizzato: l'ultimo viaggio al mare del cane Heart

I volontari dell'associazione "Qua la zampa" di Bitonto (Bari) hanno portato l'anziano pastore tedesco "a respirare libertà" prima della sua morte

Foto dalla pagina Facebook Cuore Husky Rescue

Lo avevano abbandonato paralizzato un anno fa ed era stato preso in cura dai volontari dell'associazione "Qua la zampa "di Bitonto, in provincia di Bari. Heart, un anziano pastore tedesco, prima di morire ha visto per l'ultima volta il mare e "respirato libertà". A regalargli un'ultima giornata al mare è stata la volontaria Gianna Serena Manfredi, che ha testimoniato il tutto con foto e video sui social. Heart era stato abbandonato a casa sua, vicino a Bitonto: i suoi ex proprietari avevano traslocato, lasciandolo nella vecchia abitazione a morire di fame e dolore.

Heart, come era stato chiamato da chi lo aveva salvato, da tempo soffriva di otite cronica mai curata e di un'infiammazione alla colonna vertebrale, che lo aveva costretto a non usare più le zampe posteriori. Per lui, con l'associazione "Qua la zampa" di Bitonto, si era mosso un gruppo di adottanti a distanza e gratuitamente un ragazzo si era offerto di costruirgli un carrellino per deambulare. Un anno dopo, Heart è morto, non senza aver visto per l'ultima volta il mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E noi al mare ci siamo andati - si legge sulla pagina Facebook dell'associazione -, è stato bellissimo, il vento accarezzava le mie orecchie, le onde battevano contro le rocce, il suono del mare nel silenzio dell'ancora inverno. Era un vero relax, mi sono quasi addormentato dimenticando tutto il dolore dell'abbandono di chi mi ha amato poco, il dolore delle piaghe che iniziano a farsi sentire, il dolore di non poter correre insieme a quel cucciolo che rincorreva la sua pietra. Non ho potuto toccare l'acqua ma ci hanno pensato loro, gli umani a portarne un po' da me mi hanno bagnato il muso, era fresca e profumata di libertà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo hanno abbandonato paralizzato: l'ultimo viaggio al mare del cane Heart

Today è in caricamento