rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Città Livorno

Cani sventrati e usati come corrieri della droga

Due cani trovati morti e squartati: uno aveva una busta nera nel ventre. Choc a Livorno dopo il caso di Pontedera

LIVORNO - Il caso di Pontedera destò orrore e scalpore, agli inizi di maggio: uno spacciatore usava dua cani, un rottweiler e un dogue de Bordeaux, come corrieri della droga, aiutato da un veterinario compiacente che operava gli animali per inserire ed estrarre la cocaina dal loro stomaco. A distanza di due mesi, sempre in Toscana ma a Livorno, l'orrore sembra riproporsi.

Nell'arco di tre giorni, sono stati ritrovati due cani morti, dopo essere stati legati e sventrati. Il sospetto è che siano stati utilizzati come corrieri della droga. Uno è stato rinvenuto venerdì scorso, l'altro ieri pomeriggio. E' stata ritrovata una busta nera nel ventre dell'animale rinvenuto ieri, in un campo in via del Vecchio Lazzaretto. I cani, con sofferenze indicibili, sarebbero stati usati per trasportare cocaina e poi abbandonati e lasciati morire una volta "assolto" il loro compito.

Il caso di Pontedera, il primo in Italia:

CANI OPERATI PER TRASPORTARE DROGA | FOTO



"Il sospetto - afferma Marta Gazzarri, capogruppo Idv al Consiglio regionale della Toscana - è che dietro l'uccisione ci siano motivi di droga". "Un modo orribile - continua - di trasportare illecitamente cocaina che, fino allo scorso maggio, quando un uomo fu arrestato a Pontedera proprio per questo motivo, non aveva precedenti nel nostro paese. Confido che la magistratura faccia piena luce sulla questione e che i responsabili vengano identificati".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani sventrati e usati come corrieri della droga

Today è in caricamento