Lunedì, 8 Marzo 2021

L'uomo che rischia il dissanguamento respinto dall'ospedale Covid

Succede a Carmagnola: si era ferito a un piede ed era andato al nosocomio San Lorenzo. È stato medicato nel piazzale

A Carmagnola, paesone di 29 mila abitanti in provincia di Torino, al polo sanitario San Lorenzo un uomo che era corso in ospedale perché si era ferito a un piede e rischiava il dissanguamento è stato respinto dal nosocomio e l’hanno medicato sul piazzale perché in quel pronto soccorso, da qualche giorno, non può più entrare nessuno. La struttura è stata trasformata in reparto Covid: tutti gli altri malati devono andare altrove, per qualunque tipo di emergenza. La storia la racconta oggi La Stampa

Il protagonista è un uomo di circa 60 anni. Come sia andata la dinamica dell’incidente esattamente non si sa: quel che è certo è che l’uomo stava adoperando un flessibile per tagliare dei pezzi di metallo, quando, con l’utensile, si è ferito ad un piede. In modo importante. Un vicino di casa lo ha soccorso: lo ha caricato in auto ed è filato verso l’ospedale del paese. Speravano in un intervento rapido. Invece il personale li ha bloccati proprio sull’uscio.

«Deve andare al pronto soccorso di Moncalieri» gli hanno spiegato. Più facile a dirsi che a farsi: ci sono 20 chilometri di strada da fare, e bisogna intervenire in fretta. E allora accade questo: l’uomo viene fatto scendere dall’auto, coricato sul piazzale, davanti a una sala-barelle e curato lì. I volontari della Croce rossa, e un paio di infermieri tamponano e gli medicano alla meglio la ferita. Poi, con un’ambulanza viene finalmente trasferito.

"I covidioti si bevono tutto": la grande risposta della Asl al negazionista del video dell'ospedale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che rischia il dissanguamento respinto dall'ospedale Covid

Today è in caricamento