rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Animali / Brescia

Cani bruciati e carcasse ammassate nella cascina degli orrori

Un tecnico dell'Asl intervenuto sul posto: "Pazzesco tanto disprezzo". Il proprietario dell'area, un veterinario che è stato denunciato, all'arrivo delle autorità ha tentato di distruggere ed eliminare le carcasse

Vitelli morti da diversi giorni gettati su cataste di legno, cani bruciati ed una vasta area piena di ossa animali tra le quali ben identificabili mascelle e teschi di cane.

E' quanto due volontari del Partito Protezione Animali hanno scoperto in una cascina di Nuvolera, nel Bresciano. Immediata la richiesta di intervento inoltrata al Corpo forestale dello stato di Brescia e Gavardo, all'Asl di Brescia ed ai carabinieri di Nuvolento.

Il proprietario dell'area, un veterinario che è stato denunciato, all'arrivo delle autorità ha tentato di distruggere ed eliminare le carcasse, anche usando una ruspa.

I due rappresentanti del Ppa sono però riusciti a scattare diverse fotografie. In un'altra proprietà del veterinario erano tenuti vitelli in ricoveri di fortuna e con materiali di recupero, in condizioni incompatibili con la loro natura. Gli animali sono stati posti sotto sequestro dal corpo forestale dello stato.Sono ancora in corso accertamenti utili alle indagini.

LE FOTO CHOC DELLA CASCINA

"Ho visto scene da film horror in questa cascina" ha commentato il veterinario dell'Asl. Per i rappresentanti del Ppa intervenuti sul posto "la spregiudicatezza di questa persona è stata indescrivibile, mai visto nulla di simile. Pazzesco poter osservare tanto disprezzo per gli animali; il fatto poi che sia proprio un veterinario, aggiunge un certo sconforto. L'augurio è quello che la magistratura possa, individuate tutte le possibili responsabilità, infliggere delle pene esemplari". (da Brescia Today)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani bruciati e carcasse ammassate nella cascina degli orrori

Today è in caricamento