Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Città Roma

Virus Zika, primo caso a Roma

Si tratta di una persona italiana tornata dal Brasile e visitata allo Spallanzani. Sono così nove i casi accertati in Italia: il sistema di allerta e sorveglianza è già attivato

Diagnosticato a Roma un caso di infezione da Zika virus. Si tratta di una persona italiana tornata dal Brasile e visitata allo Spallanzani. Sono così nove i casi accertati in Italia. Nel nostro Paese, come chiarito dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin il sistema di allerta e sorveglianza è già attivato. Presso l'Istituto Spallanzani è attivo un percorso ambulatoriale per le malattie tropicali cui ci si può rivolgere in caso di sintomi sospetti.

Il virus Zika è quindi ufficialmente a Roma. Nella nota ufficiale si legge: "Al rientro dal Brasile la persona ha manifestato insorgenza di rash cutaneo, senza febbre o altri sintomi. Dopo 2 giorni si è presentata all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani dove è stata visitata. Gli esami virologici specifici per arbovirosi effettuati hanno messo in evidenza la presenza di infezione da Zika virus".

Lo Spallanzani di Roma è il punto di riferimento per eventuali casi di zikavirus. E' qui che si rivolgono le autorità sanitarie se dovessero riscontrare in un paziente al ritorno in Italia da un viaggio nelle zone endemiche sintomi compatibili con la malattia da virus Zika quali: febbricola, dolori articolari e muscolari, eruzioni cutanee, congiuntivite a scopo precauzionale. L'Istituto e il ministero della Salute raccomandano inoltre alle donne in gravidanza che hanno viaggiato in aree in cui è stata riportata trasmissione locale del virus Zika, di dar notizia del loro viaggio durante le visite prenatali al fine di essere valutate e monitorate in modo appropriato.

Attivato un percorso ambulatoriale per le malattie tropicali (06-55170362). Il personale sanitario che si trova a valutare soggetti con sospetto di infezione o con infezione confermata può contattare Ambulatorio di Malattie Infettive e Tropicali dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive 'L. Spallanzani' (che è anche la struttura di riferimento identificata per il Piano Regionale Giubileo Straordinario 2015-26). Inoltre, il virus Zika è stato inserito nei protocolli per la valutazione effettuata dall'ambulatorio per le infezioni in gravidanza presente in Istituto (06-55170362 o 55170305). Le donne in gravidanza, in casi di particolare urgenza, possono contattare il centralino dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani (06-551701).

Tutti gli aggiornamenti sono su RomaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virus Zika, primo caso a Roma

Today è in caricamento