rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Città Modena

E' cresciuta a Modena la prima donna africana che siederà in Parlamento

Una modenese di origine africana siederà in Parlamento: è Cécile Kashetu Kyenge, medico oculista, consigliere provinciale e membro della segreteria regionale del Pd

MODENA - La direzione nazionale del Partito democratico ha approvato all'unanimità le liste dei candidati per le prossime elezioni. E tra big di partito navigati, come Enrico Letta e Anna Finocchiaro, e facce "nuove" come i giornalisti Corradino Mineo e Rosaria Capacchione, spunta una novità non di poco conto. E' Cécile Kashetu Kyenge, 48 anni, medico oculista modenese, consigliere provinciale del Pd: sarà lei la prima donna di origine africana che siederà in Parlamento.

Il Partito democratico, infatti, le ha offerto un posto nel listino nazionale di Bersani. Cécile Kyenge è nata in Congo, arrivò in Italia per frequentare l’Università, ora vive e lavora nel modenese, è sposata e ha due figlie adolescenti. Si è formata politicamente a Modena: dapprima consigliere di circoscrizione con i Ds, attualmente è consigliere provinciale del Pd, membro della segreteria regionale del partito e presidente nazionale della Rete Primo marzo.

“È davvero una bella notizia – gioisce Fausto Cigni, presidente della Consulta degli immigrati e uno dei primi a Modena, oltre vent’anni fa, ad occuparsi del tema dell’immigrazione – Con Cécile il Partito democratico ha scelto una candidatura che premia il merito della persona, ma anche il lavoro fatto in tutti questi anni a livello territoriale”.

“È una candidatura di peso – sottolinea Cigni – è una donna, è immigrata dal Congo, si è costruita una solida carriera professionale e nel frattempo si è impegnata nel sociale e in politica. La scelta di Cécile dimostra che nel Partito democratico alle parole seguono i fatti. I nuovi cittadini italiani, anche se ancora questo paese non li riconosce come tali, sono una realtà assodata, i loro diritti sono ormai ineludibili. Il segretario nazionale Bersani e il segretario regionale Bonaccini, ancora una volta, dimostrano di saper dare voce a una comunità che cambia ed evolve. Cécile – conclude Cigni - è un autorevole esponente del partito in segreteria regionale, ora anche i mondi che rappresenta avranno uno spazio e una visibilità nazionali”. (da ModenaToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' cresciuta a Modena la prima donna africana che siederà in Parlamento

Today è in caricamento