rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Napoli

La chiesa crollata in piazza a Napoli

Sul posto i vigili del fuoco, la municipale, la polizia di Stato e un'unità della Protezione civile

Una grossa porzione della chiesa del Rosariello in piazza Cavour a Napoli è crollata poco dopo le 8 di questa mattina. Non risultano feriti. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la municipale, la polizia di Stato e un'unità della Protezione civile. È crollato anche un solaio con parte dell'edificio adiacente alla chiesa. Al momento del crollo l'edificio religioso era aperto al pubblico.

La chiesa crollata in piazza Cavour a Napoli

"È un vero miracolo che non sia rimasto coinvolto nessuno - hanno spiegato alcuni residenti in zona - alle spalle c'è una scuola elementare e si tratta di posti molto frequentati". Il crollo riguarda anche un fabbricato abbandonato che si trova di fianco alla chiesa: pare si tratti della casa dell'ex custode della scuola adiacente, che però non ha riportato danni.

La storia della chiesa del Rosariello a Napoli

La chiesa fu progettata, seguendo uno stile barocco, da Arcangelo Guglielmelli e presenta una pianta rettangolare, con cappelle laterali e un vestibolo a doppia rampa di scale. Se la facciata con la Vergine del Rosario e la cupola interamente in tufo sono considerate dei capolavori, ad essere oggetto di grande devozione è l’immagine della Madonna del Rosariello: una scultura lignea del Settecento, con la Madonna e il Bambino che presentano in mano una corona del rosario. La chiesa fu chiusa dopo il terremoto del 1980 e riaperta solo nel 2017 con l'insediamento dei Canonici dell'ICRSS (Istituto di Cristo Re Sommo Sacerdote). Gran parte delle suppellettili antiche (tranne i dipinti, trasferiti in altre sedi) sono state trafugate nel corso degli anni di chiusura.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiesa crollata in piazza a Napoli

Today è in caricamento